Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petroliere Usa a rischio crack
14/01/2016 - Pubblicato in news internazionali

Ieri il greggio prima guadagna fino al 3% sostenendo i listini europei, poi ripiega verso i 30 dollari e affossa S&P (-2,5%) e Nasdaq (-3,4%). Il pronostico più drammatico è della società specializzata Wolfe Research: almeno un terzo delle società Usa che pompano greggio potrebbe ben presto – entro metà 2017 – essere costretto a chiedere la protezione dei creditori o dichiarare fallimento. L’unica speranza è che l’oro nero torni a salire: almeno a 50 $ al barile.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Marco Valsania (pag.2)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi prog
[leggi tutto…]

Gas, l'Egitto lancia la sfida

Eni e Shell hanno affermato apertamente che l'Egitto è l'opzione più economica per portare sul mercato le gigantesche riserve di gas del Mediterraneo orientale, un'opzione preferibile al progetto di maxigasdotto Cipro-Grecia E
[leggi tutto…]

Eni avanza ancora nel gas libico

La spagnola Repsol è stata costretta a dichiarare lo stato di forza maggiore per il suo giacimento di Sharara.
[leggi tutto…]