Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Perforato il quinto pozzo di Zohr
02/09/2016 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

A un anno preciso dalla sua scoperta, non si ferma il processo per portare alla completa operatività il giacimento Zohr. Ieri Eni  ha perforato con successo il quinto pozzo della struttura, Zohr 5x, al largo delle coste dell’Egitto, dodici chilometri a sud-ovest di Zohr 1x, il pozzo attraverso cui è stato scoperto il giacimento. Il sito è a 1.538 metri di profondità d’acqua e 4.350 metri di profondità complessiva. Questa perforazione ha permesso di confermare la presenza nella zona sud-ovest del giacimento della stessa struttura a «reservoir carbonatico e mineralizzazione a gas riscontrate nel resto del sito», dice un nota di Eni , che aggiunge come siano «presenti 180 metri di una colonna continua di gas in rocce-serbatoio con eccellenti proprietà». Tutti i dati acquisiti e analizzati nella prova confermano la grande capacità produttiva delle rocce-serbatoio dell’area sud-ovest del sito, con portate analoghe a quelle registrate a Zohr 2x. Questa nuova trivellazione ha permesso anche di accertare il potenziale complessivo di Zohr, stimato in 850 miliardi di metri cubi di gas.

Fonte:MF – Antonio Lusardi (pag. 11)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Def, il giudizio di imprese e sindacati

È in chiaroscuro il giudizio delle categorie produttive sul Def, dopo il giro di audizioni di ieri presso le commissioni Bilancio di Camera e Senato. Gli industriali apprezzano i “due decreti approvati ma non ancora pubblicati (così de
[leggi tutto…]

Confindustria: Italia sia hub del gas. Crippa: supporto a chi si allinea al Pec

Si è svolto a Roma l'incontro tra il Comitato Energia di Confindustria e il sottosegretario allo Sviluppo economico Davide Crippa. Al centro del confronto, il Piano nazionale energia e clima e il ruolo strategico del gas naturale per la transi
[leggi tutto…]

Doppia Commessa per Saipem

Saipem si è aggiudicata nuovi contratti nel drilling offshore in Norvegia e in Medio Oriente per un totale di oltre 200 milioni di dollari.
[leggi tutto…]