Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Passo indietro degli States nella lotta alla corruzione di petrolifere e minerarie
04/11/2017 - Pubblicato in news internazionali

Dopo aver abbandonato gli Accordi sul clima, gli Stati Uniti di Trump si allontanano – con meno clamore – anche dalla più mportante organizzazione internazionale che si batte contro la corruzione nell’industria petrolifera e mineraria. Con una lettera datata 2 novembre, Washington ha comunicato il «ritiro con effetto immediato» dal gruppo di Paesi che implementano gli standard dell’Eiti, la Estractive Industries Transparency Initiative: un atto che la solleva dall’impegno a rendere pubbliche le somme che lo Stato riceve dalle società estrattive e ad esigere da ultime la stessa trasparenza nel dettagliare i pagamenti a governi stranieri. I big americani del petrolio, ExxonMobil, Chevron e ConocoPhillips, sono sempre stati contrari a questo tipo di disclosure.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza & mercati – Sissi Bellomo (pag. 25)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Regno Unito, il breve addio al carbone. Entro il 2025 chiuse tutte le centrali

Il Governo inglese ha stabilito la data del 2025 per la scadenza ufficiale dell’era del carbone, ma la fine potrebbe arrivare in anticipo
[leggi tutto…]

Pec, parte la consultazione Vas

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 181 del 3 agosto l'avviso con cui la Presidenza del Consiglio dei ministri comunica l'avvio della consultazione per la procedura di Valutazione ambientale strategica
[leggi tutto…]

Energia, rallentano gli utili dei big. Pesa il crollo del prezzo del gas

Non è il tracollo di tre anni fa, quando le società petrolifere toccarono in Borsa i minimi storici da inizio secolo.
[leggi tutto…]