Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Parola d’ordine: decarbonizzare. La ricerca cerca soluzioni adatte
23/10/2019 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Le aziende petrolifere puntano sulla ricerca per ridurre l’impatto sul clima. Dalle tecnologie estrattive ai biocarburanti, dalle batterie alle nuove fonti rinnovabili, dalla digitalizzazione all’intelligenza artificiale, tutti i campi rientrano nello sforzo delle major. La Oil and Gas Climate initiaitve composta da 13 compagnie petrolifero ha aderito all’Accordo di Parigi per il contenimento del riscaldamento globale e ribadisce in ogni occasione gli investimenti nelle start up green. I maggiori sforzi del settore si concentrano nell’eliminazione del gas flaring, la riduzione delle perdite di metano e la cattura ed iniezione delle perdite di CO2. L’International Energy Agency spinge sull’aumento degli investimenti in ricerca, facendo notare che due terzi degli 80 miliardi spesi ogni anno dalle imprese si concentrano sui carburanti puliti. La maggior parte di questi deriva però da alti settori come l’automotive. Un elemento di frustrazione per le imprese è che molti vedono solo un percorso di decarbonizzazione e non opzioni realistiche come il passaggio dal petrolio al gas, l’aumento dell’efficienza dei combustibili e la pulizia dei processi di estrazione.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Elena Comelli (pag. 33)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Sarraj: “Senza petrolio crisi catastrofica”

Pur con la guerra civile da ormai 9 anni, la produzione di petrolio finora si era mantenuta costante e ha permesso al governo, anzi ai due governi della Lobia, di continuare a funzionare, pagare i dipendenti pubblici e le milizia impegnate nei combattimen
[leggi tutto…]

Le emissioni non aumentano anche se l’economia è cresciuta: ecco perché è una buona notizia

Contrariamente alle attese, nel 2019 le emissioni mondiali di CO2 – il principale dei gas serra responsabili del riscaldamento globale- non sono aumentate
[leggi tutto…]

Chi vince e chi perde con il Green New Deal

New Green Deal. Sbagliare una mossa potrebbe costare salato
[leggi tutto…]