Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa L’opposizione di Roma blocca a Bruxelles il gasdotto dei record
06/03/2019 - Pubblicato in news internazionali

Lo sbocco in Italia è previsto a Otranto, una trentina di chilometri a sud di Melendugno, il luogo in cui terminerà il Tap. Il progetto EastmeMed è già stato approvato dai precedenti governi italiani e l’Ue si è impegnata a cofinanziare i lavori. La firma dell’accordo definitivo è prevista entro la fine di marzo, ma ora l’Italia ha fatto sapere di volere più tempo. A EastMed, un progetto da sei miliardi di euro e da 2.000 km di condutture (di cui 1.300 in mare), porterebbe in Europa 15-20 miliardi di metri cubi di gas naturale l’anno dai giacimenti al largo di Israele e di Cipro, via Grecia, favorendo la diversificazione energetica e riducendo così la dipendenza dalla Russia.Bruxelles si è tenuta una riunione dei ministri dell’Energia e il sottosegretario Cioffi ha invitato a rivolgersi ai piani più alti del ministero dello Sviluppo Economico per avere chiarimenti sulla posizione ufficiale dell’Italia. Ma non è ancora arrivata nessuna spiegazione ufficiale.

Fonte: La Stampa – Marco Bresolin (pag. 4)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Crisi energetica in caso di stop a investimenti nelle fossili

Anche se finanza, industria e governi promettono di fare passi in avanti sul tema della sostenibilità, gli ambientalisti esigono impegni ben più radicali
[leggi tutto…]

Tremila metri sotto i mari in cerca di petrolio

L’azienda petrolifera francese Total inizierà entro la fine del mese di gennaio la perforazione del più profondo pozzo di greggio al mondo sotto il livello del mare
[leggi tutto…]

Il gas, economico e green, affossa il carbone

In nome dell’ambiente, ma anche dell’economia. Il ruolo del carbone nella generazione elettrica sta tramontando a una velocità senza precedenti in Europa
[leggi tutto…]