Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa L’Opec stringe i legami con la Russia per controllare il mercato del petrolio
03/07/2019 - Pubblicato in news internazionali

Dopo quasi tre anni di fidanzamento, Opec e Russia hanno celebrato il loro matrimonio: L’Opec Plus diventa un organismo permanente. I 24 paesi che dal 2017 riducono in modo coordinato la produzione di petrolio hanno tutti aderito alla Carta di cooperazione, documento ufficiale che istituzionalizza la coalizione con l’obiettivo di perseguire a tempo indefinito le politiche per influenzare il mercato. Mercato che al momento rimane scettico: le quotazioni del petrolio ieri hanno ceduto circa il 3% e il Brent è sceso a 63 dollari al barile. La Carta non diventerà un trattato internazionale me il legame viene comunque definito “per l’eternità”.

Fonte:Il Sole 24 Ore – Sissi Bellomo (pag. 13)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Crisi energetica in caso di stop a investimenti nelle fossili

Anche se finanza, industria e governi promettono di fare passi in avanti sul tema della sostenibilità, gli ambientalisti esigono impegni ben più radicali
[leggi tutto…]

Tremila metri sotto i mari in cerca di petrolio

L’azienda petrolifera francese Total inizierà entro la fine del mese di gennaio la perforazione del più profondo pozzo di greggio al mondo sotto il livello del mare
[leggi tutto…]

Il gas, economico e green, affossa il carbone

In nome dell’ambiente, ma anche dell’economia. Il ruolo del carbone nella generazione elettrica sta tramontando a una velocità senza precedenti in Europa
[leggi tutto…]