Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa L’Opec spinge per ottenere forti tagli anche da Mosca
25/11/2016 - Pubblicato in news internazionali,stoccaggi

L’Opec sta spingendo per ottenere robusti tagli di produzione di petrolio anche da paesi che non appartengono all’Organizzazione. La richiesta potrebbe essere di una riduzione di 880mila barili al giorno, per sei mesi a partire dal 1° gennaio. Se venissero attuati, si tratterebbe di tagli poderosi, capaci di portare in deficit il mercato del petrolio, accelerando lo smaltimento delle scorte. Restano ancora diversi ostacoli da rimuovere: nell’Opec ci sono riserve sia da parte dell’Iran che, in parte, dell’Iraq, mentre il russo Novak  ha di nuovo ribadito che preferirebbe limitarsi a congelare la produzione. Lunedì a Vienna, due giorni prima del vertice, è stato fissato un altro incontro tecnico tra funzionari dell’Opec e di alcuni paesi non Opec.

Fonte: Il Sole 24Ore, Finanza&mercati – Red. (44)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Petrolio, con Biden lo shale perde anche l’appoggio politico

Indifferente al cambio della guardia alla Casa Bianca, il petrolio continuala sua avanzata sui mercati finanziari, dove si mantiene ai massimi da quasi un anno, vicino a 57 dollari nel caso del Brent, e intorno a 54 nel caso del Wti.
[leggi tutto…]

Sanzioni Usa e caso Navalny, Nord Stream 2 torna nel mirino

Doppio attacco al Cremlino, nel pomeriggio di ieri. Il primo è partito dalla Casa Bianca nelle ultimissime ore dell’amministrazione Trump, che ha sganciato il suo siluro finale sul Nord Stream 2
[leggi tutto…]

UE, due bandi per progetti d’interesse comune

La Commissione europea ha aperto due call for applications per progetti nell'ambito delle reti intelligenti (“smart grids”) e delle reti per il trasporto della CO2 da far rientrare nel quinto elenco di progetti d'interesse comune &nd
[leggi tutto…]