Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Opec e Russia si preparano a produrre più petrolio
25/05/2018 - Pubblicato in news internazionali

Con il petrolio a 80 dollari al barile e un allarme crescente sulle forniture da Iran e Venezuela, Russia e Arabia Saudita stanno studiando una graduale attenuazione dei tagli produttivi, che da gennaio 2017 limitano le estrazioni di greggio dell’Opec e di un gruppo di Paesi alleati. A confermare che la questione sarà esaminata al vertice del 22 giugno a Vienna, è stato il ministro russo Novak, che ieri ha incontrato il suo omologo saudita Al Falih al Forum economico di San Pietroburgo. I due partner, colonne portanti dell’accordo sui tagli, hanno una posizione comune, ha dichiarato Novak. Fino a poco tempo fa Mosca e Riad respingevano l’idea di fare un passo indietro sui tagli, nonostante la discesa delle scorte petrolifere e nonostante il tracollo del Venezuela.

Fonte: Il Sole 24 Ore Finanza & Mercati – Sissi Bellomo (pag. 38)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Snam, sprint su rete e progetti

Se c’è un dato che più di altri racconta il potenziale di Snam sul fronte dell’idrogeno è che il 70% dei suoi metanodotti è realizzato con tubi pronti ad accoglierne il passaggio. Non a caso, ad aprile 2019, la soci
[leggi tutto…]

L’idrogeno dà prospettiva a Snam

Snam avrà un ruolo crescente nella transizione energetica basata anche sull’idrogeno
[leggi tutto…]

Gas, a giugno calo consumi limita i danni: -5,1%

I consumi di gas naturale nel mese di giugno registrano un nuovo calo, ma a cifra singola, con un ritorno alla normalità dei consumi civili che attenua l'impatto delle flessioni nell'industria e nel termoelettrico.
[leggi tutto…]