Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Opec e Russia si preparano a produrre più petrolio
25/05/2018 - Pubblicato in news internazionali

Con il petrolio a 80 dollari al barile e un allarme crescente sulle forniture da Iran e Venezuela, Russia e Arabia Saudita stanno studiando una graduale attenuazione dei tagli produttivi, che da gennaio 2017 limitano le estrazioni di greggio dell’Opec e di un gruppo di Paesi alleati. A confermare che la questione sarà esaminata al vertice del 22 giugno a Vienna, è stato il ministro russo Novak, che ieri ha incontrato il suo omologo saudita Al Falih al Forum economico di San Pietroburgo. I due partner, colonne portanti dell’accordo sui tagli, hanno una posizione comune, ha dichiarato Novak. Fino a poco tempo fa Mosca e Riad respingevano l’idea di fare un passo indietro sui tagli, nonostante la discesa delle scorte petrolifere e nonostante il tracollo del Venezuela.

Fonte: Il Sole 24 Ore Finanza & Mercati – Sissi Bellomo (pag. 38)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Regno Unito, il breve addio al carbone. Entro il 2025 chiuse tutte le centrali

Il Governo inglese ha stabilito la data del 2025 per la scadenza ufficiale dell’era del carbone, ma la fine potrebbe arrivare in anticipo
[leggi tutto…]

Pec, parte la consultazione Vas

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 181 del 3 agosto l'avviso con cui la Presidenza del Consiglio dei ministri comunica l'avvio della consultazione per la procedura di Valutazione ambientale strategica
[leggi tutto…]

Energia, rallentano gli utili dei big. Pesa il crollo del prezzo del gas

Non è il tracollo di tre anni fa, quando le società petrolifere toccarono in Borsa i minimi storici da inizio secolo.
[leggi tutto…]