Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Opec e Russia si preparano a produrre più petrolio
25/05/2018 - Pubblicato in news internazionali

Con il petrolio a 80 dollari al barile e un allarme crescente sulle forniture da Iran e Venezuela, Russia e Arabia Saudita stanno studiando una graduale attenuazione dei tagli produttivi, che da gennaio 2017 limitano le estrazioni di greggio dell’Opec e di un gruppo di Paesi alleati. A confermare che la questione sarà esaminata al vertice del 22 giugno a Vienna, è stato il ministro russo Novak, che ieri ha incontrato il suo omologo saudita Al Falih al Forum economico di San Pietroburgo. I due partner, colonne portanti dell’accordo sui tagli, hanno una posizione comune, ha dichiarato Novak. Fino a poco tempo fa Mosca e Riad respingevano l’idea di fare un passo indietro sui tagli, nonostante la discesa delle scorte petrolifere e nonostante il tracollo del Venezuela.

Fonte: Il Sole 24 Ore Finanza & Mercati – Sissi Bellomo (pag. 38)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Ceer-Acer, le raccomandazioni per la nuova legislazione gas

Aggiornare la legislazione e la regolazione comunitaria sul gas per facilitare la decarbonizzazione del settore energetico, promuovere un mercato interno dell’energia competitivo e massimizzare le opportunità del sector coupling
[leggi tutto…]

Green new deal, la Speranza per il futuro

La Banca europea per gli investimenti ha approvato la nuova politica per l’energia.
[leggi tutto…]

Primato mondiale per petrolio e gas

Gli Stati Uniti sono diventati il più grande produttore di petrolio al mondo, oltre che di gas naturale
[leggi tutto…]