Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa L’Opec estende i tagli al 2018
01/12/2017 - Pubblicato in news internazionali

Tagli alla produzione di petrolio fino al termine del 2018, ma con una finestra per una possibile via d’uscita anticipata a giugno e un’inclusione nello sforzo collettivo di Libia e Nigeria, che finora per «motivi umanitari» erano state esentate da ogni sacrificio. A prima vista il vertice di Vienna è andato secondo le attese. Però scavando nelle pieghe dell’accordo si trovano parecchie ambiguità. La Russia in fin dei conti ha vinto, portandosi a casa un meccanismo più flessibile in cambio di un rinnovato impegno a collaborare con l’Arabia Saudita, più ancora che con l’Opec nel suo insieme. Il vecchio accordo, che sarebbe scaduto a fine marzo, è stato riscritto ex novo e adesso copre l’anno solare 2018, ma afferma a chiare lettere che «in vista delle incertezze associate principalmente con l’offerta e in una certa misura anche con la crescita della domanda, è inteso che a giugno 2018 verrà considerata l’opportunità di ulteriori azioni di aggiustamento».

Fonte: Il Sole 24 Ore – Sissi Bellomo (pag. 2)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Regno Unito, il breve addio al carbone. Entro il 2025 chiuse tutte le centrali

Il Governo inglese ha stabilito la data del 2025 per la scadenza ufficiale dell’era del carbone, ma la fine potrebbe arrivare in anticipo
[leggi tutto…]

Pec, parte la consultazione Vas

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 181 del 3 agosto l'avviso con cui la Presidenza del Consiglio dei ministri comunica l'avvio della consultazione per la procedura di Valutazione ambientale strategica
[leggi tutto…]

Energia, rallentano gli utili dei big. Pesa il crollo del prezzo del gas

Non è il tracollo di tre anni fa, quando le società petrolifere toccarono in Borsa i minimi storici da inizio secolo.
[leggi tutto…]