Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa L’Opec cerca un’alleanza con lo shale oil
11/10/2017 - Pubblicato in news internazionali

L’Opec alleata dello shale oil nel contenere l’offerta di petrolio. Lo scenario è ai limiti dell’assurdo, ma l’Organizzazione degli esportatori di greggio continua a riproporlo. E questa volta potrebbe trovare terreno fertile: dagli Usa non otterrà mai un deliberato taglio di produzione, ma oggi i frackers per una serie di motivi stanno rallentando. È proprio a loro che Mohammed Barkindo, segretario generale dell’Opec, è tornato a rivolgersi: «Esortiamo i nostri amici nei bacini di shale del Nord America ad assumere questa responsabilità condivisa con tutta la serietà che merita». Non è un appello nel vuoto. Barkindo ha rivelato alla Reuters che sta preparando un nuovo incontro con compagnie indipendenti ed hedge funds, aggiungendo che i produttori Usa «concordano di avere una responsabilità condivisa nel mantenere la stabilità del mercato, perché neppure loro sono isolati dall’impatto del ciclo ribassista».

Fonte: Il Sole 24 Ore Finanza&Mercati – Sissi Bellomo (pag. 40)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Green new deal, la Speranza per il futuro

La Banca europea per gli investimenti ha approvato la nuova politica per l’energia.
[leggi tutto…]

Primato mondiale per petrolio e gas

Gli Stati Uniti sono diventati il più grande produttore di petrolio al mondo, oltre che di gas naturale
[leggi tutto…]

Snam, il core business spinge utile e marginalità

Sfruttando la positiva performance del business del trasporto gas e il mix di efficientamento della gestione operativa e ottimizzazione della struttura finanziaria, Snam ha i principali indicatori in crescita e con una netta accelerazione
[leggi tutto…]