Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa L’Opec cerca un’alleanza con lo shale oil
11/10/2017 - Pubblicato in news internazionali

L’Opec alleata dello shale oil nel contenere l’offerta di petrolio. Lo scenario è ai limiti dell’assurdo, ma l’Organizzazione degli esportatori di greggio continua a riproporlo. E questa volta potrebbe trovare terreno fertile: dagli Usa non otterrà mai un deliberato taglio di produzione, ma oggi i frackers per una serie di motivi stanno rallentando. È proprio a loro che Mohammed Barkindo, segretario generale dell’Opec, è tornato a rivolgersi: «Esortiamo i nostri amici nei bacini di shale del Nord America ad assumere questa responsabilità condivisa con tutta la serietà che merita». Non è un appello nel vuoto. Barkindo ha rivelato alla Reuters che sta preparando un nuovo incontro con compagnie indipendenti ed hedge funds, aggiungendo che i produttori Usa «concordano di avere una responsabilità condivisa nel mantenere la stabilità del mercato, perché neppure loro sono isolati dall’impatto del ciclo ribassista».

Fonte: Il Sole 24 Ore Finanza&Mercati – Sissi Bellomo (pag. 40)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Petrolio, nuovo rialzo sull’escalation di tensioni Usa-Iran

La decisione della Casa Bianca sul mancato rinnovo delle esenzioni per poter importare greggio dall’Iran ha avviato una spirale di tensione in grado di dare una nuova spinta ad un rally nelle quotazioni dell’oro nero.
[leggi tutto…]

Affondo Usa sull’Iran, impennata del petrolio

L’amministrazione Trump sbarra del tutto i cancelli internazionali al petrolio dell’Iran, eliminando le deroghe che aveva finora concesso a otto paesi tra i quali l’Italia
[leggi tutto…]

Def, il giudizio di imprese e sindacati

È in chiaroscuro il giudizio delle categorie produttive sul Def, dopo il giro di audizioni di ieri presso le commissioni Bilancio di Camera e Senato. Gli industriali apprezzano i “due decreti approvati ma non ancora pubblicati (così de
[leggi tutto…]