Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Opec ancora in stallo, il petrolio va sotto 46 dollari
28/09/2016 - Pubblicato in news internazionali

Le quotazioni del petrolio ieri sono tornate a scendere riportando il Brent sotto 46 dollari al barile, in ribasso di oltre il 3%. Difficilmente si arriverà ad un accordo nel corso della giornata di oggi al vertice di Algeri, ma le divisioni all’interno dell’Opec si stanno riducendo. Anche Arabia Saudita e Iran hanno avviato una trattativa che potrebbe portare, non oggi ma al vertice Opec del 30 novembre prossimo, a un intervento sui mercati petroliferi. Il ministro algerino Bouterfa ha confermato che Riad si offre di coordinare un taglio di produzione da un milione di barili al giorno. Secondo il Wall Street Journal i sauditi si sarebbero offerti di sopportare il peso maggiore dei tagli, riducendo la propria produzione di 400mila bg a fronte di un congelamento dell’output iraniano a 3,7 milioni di bg. Il ministro iraniano ha dichiarato di voler tornare a 4 mbg come prima delle sanzioni internazionali e di non avere intenzione di sancire un accordo immediato.

Fonte: Il Sole24Ore – Sissi Bellomo (pag. 6)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Intervista a Fatih Birol: "Petrolio, giusto riunire il G20, se crolla il settore per danni per tutti"

Produttori e consumatori di petrolio allo stesso tavolo per evitare “nell’interesse di tutti il tracolo del settore”
[leggi tutto…]

Gazprom, in gennaio-febbraio export gas -24,6%

Nei primi due mesi del 2020 il colosso russo di Stato Gazprom, monopolista delle esportazioni di gas russo via tubo, ha registrato una flessione su anno dell'export del 24,6%
[leggi tutto…]

Energia, tlc, logistica. La riscossa italiana può iniziare dalle reti

Le reti sono state le grandi protagoniste di questa prima fase di emergenza, dimostrando una notevole “resilienza”
[leggi tutto…]