Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Oleodotti, allarme alto per i furti
23/02/2017 - Pubblicato in news nazionali

L’anno scorso in Italia sono state tentate 136 forzature degli oleodotti. Si stima che sia clandestino circa un quinto del mercato dei carburanti; le fonti di approvvigionamento sono i furti ma anche le importazioni clandestine che arrivano dell’Europa dell’Est o dai califfati islamici. In Italia il fenomeno del furto dagli oleodotti è esplosa nel 2015 con 165 attacchi alle tubazioni; le linee più colpite dai ladri sono quelle che uniscono la raffineria di Livorno con i depositi di Calenzano e le condutture in Liguria, Piemonte, Lombardia ed Emilia che collegano la modernissima e grande raffineria pavese di Sannazzaro de’Burgondi. Rispetto al 2015, nel 2016 il numero di attacchi è sceso del 20% e più della metà vengono sventati per tempo.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Impresa&Territori – Jacopo Giliberto (pag. 11)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Regno Unito, il breve addio al carbone. Entro il 2025 chiuse tutte le centrali

Il Governo inglese ha stabilito la data del 2025 per la scadenza ufficiale dell’era del carbone, ma la fine potrebbe arrivare in anticipo
[leggi tutto…]

Pec, parte la consultazione Vas

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 181 del 3 agosto l'avviso con cui la Presidenza del Consiglio dei ministri comunica l'avvio della consultazione per la procedura di Valutazione ambientale strategica
[leggi tutto…]

Energia, rallentano gli utili dei big. Pesa il crollo del prezzo del gas

Non è il tracollo di tre anni fa, quando le società petrolifere toccarono in Borsa i minimi storici da inizio secolo.
[leggi tutto…]