Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Le offerte Gas più convenienti se si rinuncia al prezzo fisso
23/11/2015 - Pubblicato in aspetti tecnici

Anche per il gas il mercato libero è una realtà. La risposta degli italiani alla liberalizzazione è stata simile a quella del mercato dell'energia elettrica. Nel 2014 (il dato disponibile più recente) il 6,2% dei clienti domestici ha cambiato fornitore, erano il 5,5% del 2013, in costante aumento dal 2009 (ad eccezione del 2012). Il totale dei clienti gas «civili» quindi famiglie e contratti business relativi al settore dei servizi, sul mercato libero è di uno su tre, al pari dell'energia. Per la precisione ha scelto le tariffe di mercato il 31,9% (su un totale di circa 21 milioni di clienti, erano il 25% nel 2013), il 28% circa per quanto riguarda i soli domestici, senza considerare il terziario. A differenza dell'energia, le piccole e medie imprese non hanno mantenuto una tariffa di «maggiore tutela» e sono tutte sul mercato. L'esempio, sempre proveniente da Supermoney, sito che offre un comparatore di tariffe, si basa sempre su una famiglia di quattro persone, residente a Milano con un consumo di 1.600 metri cubi di gas all'anno. Anche in questo caso la spesa maggiore si ha con la tariffa agevolata: 0,3000 euro a Smc (standard metro cubo) pari a una spesa di 1.245 euro all'anno. A differenza dell'energia, la spesa annua è però più simile a quella delle offerte del mercato libero. La meno cara è Edison web gas, 0,230 euro a metro cubo e una spesa annua di 1.100 euro. Prezzo bloccato per 12 mesi. Offerta, come le altre, valida per nuovi clienti che passano dalla tariffa regolata al mercato libero.

Fonte: Le offerte Gas più convenienti se si rinuncia al prezzo fisso

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Dorsale adriatica Snam, il CdS chiede informazioni al Minambiente

Il Ministero dell’Ambiente ha inviato nell’ottobre 2013 e nel maggio 2015 due richieste di parere in merito a due ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica
[leggi tutto…]

Eni, l’upstream spinge gli utili. Produzione ai massimi storici

Sfruttando il contributo del quarto trimestre, Eni manda in archivio i conti con un preconsuntivo sopra le stime degli analisti e conferma un dividendo 2018 di 83 cent (a fronte degli 80 dell’anno prima).
[leggi tutto…]

Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi prog
[leggi tutto…]