Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa L’offerta di petrolio cala ma ora c’è troppa benzina
16/07/2016 - Pubblicato in stoccaggi

Non è più il surplus di petrolio ad allarmare il mercato, bensì quello di carburanti. È stata proprio l’abbondanza di greggio a basso costo - che ha garantito a lungo margini generosi, come non si vedevano da anni - a spingere le raffinerie ad accelerare le lavorazioni. Ma la crescita dei consumi, per quanto robusta, non è riuscita a tenere il passo. Nel primo trimestre, denuncia l’Agenzia internazionale per l’energia (Aie), l’incremento della produzione di carburanti ha superato del 60% quello dei consumi. Oggi i serbatoi di stoccaggio sono pieni e i terminal petroliferi intasati. Gli stoccaggi galleggianti sono ai massimi dal 2009: 95 milioni di barili in giugno, stima l’Aie, più del petrolio che viene estratto in un giorno in tutto il mondo. Le scorte hanno comunque iniziato a calare in maniera graduale grazie a consumi sostenuti e a un calo della produzione che in alcune aree del mondo è decisamente marcato.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Sissi Bellomo (pag. 25)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Rissa sulle riserve di gas a Cipro

Al largo di Cipro la tensione è alta. Il dipartimento di Stato Usa segue da vicino l’evolversi della situazione e ha già inviato dei rinforzi nella zona.
[leggi tutto…]

Trading gas in aumento al Psv

Trading di gas in aumento a maggio al Punto di scambio virtuale (Psv), seppure nell’ambito del consueto ripiego primaverile delle contrattazioni.
[leggi tutto…]

Tariffe gas, Confindustria pronta a ricorrere a Bruxelles

Sul nodo delle tariffe per il trasporto del gas naturale Confindustria sta valutando di agire direttamente su Bruxelles
[leggi tutto…]