Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Nuovo partner tecnico per Gas Intensive
02/01/2018 - Pubblicato in news nazionali

Dopo il default del precedente trader YouTrade, c’è un nuovo partner per Gas Intensive. Per assicurare l’operatività ai consorziati interviene la svizzera Met International Ag. La nuove intesa ‘assicura la prosecuzione su solide basi di tutte le attività consortili con piena assistenza agli associati su tutti i fronti del mercato del gas’. La società Gas Intensive, nata nel 2001, aggrega 274 imprese industriali appartenenti agli otto settori manifatturieri italiani maggiori utilizzatori di gas naturale (acciaio, metalli non ferrosi, carta, calce e gesso, ceramica e laterizi, fonderie, vetro). Con la messa in liquidazione del precedente partner, il consorzio si era messo immediatamente alla ricerca di una nuova intesa per proseguire l’erogazione dei servizi. Conferma Culicchi, presidente di Gas Intensive: ‘continueremo a svolgere il nostro ruolo’. La nuova partnership permetterà a Gas Intensive di offrire ai consorziati proposte operative di interesse per affrontare le loro sfide competitive.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Matteo Meneghello (pag. 13)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Ets, consultazione Ue sul “Fondo per la modernizzazione”

La Commissione europea ha avviato una consultazione sulla proposta di regolamento che stabilisce le regole di funzionamento del Fondo europeo per la modernizzazione, previsto dalla riforma dell'Ets del 2015
[leggi tutto…]

Tariffe gas tedesche, Confindustria: “La Ue rischia la germanizzazione”. Patuanelli: “Inaccettabile”

Proprio nel giorno in cui Confindustria rilancia alla Camera l’allarme sui possibili aumenti del prezzo del gas conseguenti alle nuove tariffe di trasporto tedesche, il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, le ha definite “ina
[leggi tutto…]

Sarraj: “Senza petrolio crisi catastrofica”

Pur con la guerra civile da ormai 9 anni, la produzione di petrolio finora si era mantenuta costante e ha permesso al governo, anzi ai due governi della Lobia, di continuare a funzionare, pagare i dipendenti pubblici e le milizia impegnate nei combattimen
[leggi tutto…]