Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Nuovo bilanciamento gas, in GU l'ok Mise al transitorio
06/12/2016 - Pubblicato in aspetti tecnici,legislativa,normativa

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 2 dicembre il decreto ministeriale 16 novembre 2016 con cui il ministro dello Sviluppo Economico, sentito il parere favorevole dell'Autorità per l'energia (586/2016/I/gas), ha dato via libera al modello transitorio del nuovo meccanismo di bilanciamento gas, entrato già in funzione lo scorso 1 ottobre. Nello specifico il decreto ha approvato le modifiche apportate con procedura di urgenza dal GME alla disciplina del mercato del gas per avviare il nuovo regime di bilanciamento definito dalla delibera 312/2016/R/gas attuativa del regolamento europeo 312/2014 – modifiche divenute operative lo scorso 30 settembre. Tra le considerazioni alla base del via libera il Mise sottolinea tra le altre cose il fatto che “il GME garantisce la necessaria terzietà nella gestione dei mercati con lo svolgimento delle attività di monitoraggio e vigilanza di cui al regolamento UE 1227/2011 inerente l'integrità e la trasparenza dei mercati energetici all'ingrosso (c.d. REMIT) anche rispetto all'operatività sul MGAS di SRG quale responsabile del bilanciamento”.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Def, il giudizio di imprese e sindacati

È in chiaroscuro il giudizio delle categorie produttive sul Def, dopo il giro di audizioni di ieri presso le commissioni Bilancio di Camera e Senato. Gli industriali apprezzano i “due decreti approvati ma non ancora pubblicati (così de
[leggi tutto…]

Confindustria: Italia sia hub del gas. Crippa: supporto a chi si allinea al Pec

Si è svolto a Roma l'incontro tra il Comitato Energia di Confindustria e il sottosegretario allo Sviluppo economico Davide Crippa. Al centro del confronto, il Piano nazionale energia e clima e il ruolo strategico del gas naturale per la transi
[leggi tutto…]

Doppia Commessa per Saipem

Saipem si è aggiudicata nuovi contratti nel drilling offshore in Norvegia e in Medio Oriente per un totale di oltre 200 milioni di dollari.
[leggi tutto…]