Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Nuovi metanodotti per 320 chilometri
07/02/2017 - Pubblicato in news nazionali

Nuovi 320 chilometri di metanodotto divisi in nuovi tratti in Basilicata (al posto della vecchia conduttura in val d’Agri, che viene soppressa), Emilia, Lazio, Molise; la connessione con la rete per lo stoccaggio lodigiano di Cornigliano, e soprattutto il lungo collegamento attraverso il Veneto tra Verona e Cervignano lungo 172 chilometri. Ma, nella nuova Rete nazionale gasdotti, entra anche la futura dorsale sarda. L’altro giorno, Gilberto Dialuce, direttore e approvvigionamento dell’energia del Mise, ha firmato un decreto che aggiorna l’elenco delle tubature nazionali per il trasporto del metano: si aggiunge qualche collegamento, scompare una linea in dismissione ma soprattutto compare il grande progetto per trasportare il metano attraverso la Sardegna, isola che per motivi ambientali preferisce bruciare carbone e prodotti petroliferi importati piuttosto che utilizzare i suoi giacimenti di gas. Il progetto è stato proposto dalla società Gasdotti Italia. Nel frattempo continuano gli iter di autorizzazione per altre due depositi ad Oristano.

Fonte: Il Sole 24Ore – Jacopo Giliberto (pag. 11)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Emissioni, meglio tassarle alle frontiere

Per raggiungere gli obiettivi ambiziosi che servono a fronteggiare l’emergenza climatica, uno dei rimedi suggeriti dalla Presidente della Commissione europea, von der Lyen, è quello di tassare le emissioni per incentivare i produttori
[leggi tutto…]

“Il governo riapra il tavolo con le imprese per l’energia”

Noi imprenditori non siamo contro la decarbonizzazione. Anche le aziende energivore pensano che la sfida della transizione ambientale possa essere un’opportunità di crescita, ma vogliamo poter competere alla pari con gli altri Paes
[leggi tutto…]

La trazione al gas delle aziende energivore necessita d’incentivi

Il gruppo tecnico energia di Confindustria si prepara a riaprire il tavolo di confronto con il Governo. L’obiettivo è di trovare un confronto con il Ministro dello sviluppo economico Patuanelli già entro la fine dell’anno
[leggi tutto…]