Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Nuova associazione di parlamentari per lo sviluppo sostenibile
14/01/2016 - Pubblicato in news nazionali

E' stata presentata ieri, presso la sala stampa della Camera dei Deputati, l'Associazione Parlamentari per lo Sviluppo Sostenibile presieduta dal deputato Ignazio Abrignani (Misto-ALA). Nato con l'obiettivo di rappresentare e raccogliere le istanze riguardanti la sostenibilità ambientale, il gruppo si occuperà nei prossimi mesi di: politiche dei rifiuti e fiscalità ambientale, riforma del mercato elettrico, linee guida per l'efficienza energetica, sviluppo delle energie rinnovabili alla luce del decreto interministeriale di prossima emanazione, con particolare riferimento alla geotermia, ai combustibili solidi secondari e all'idroelettrico, si legge in una nota. Fanno parte del Consiglio Direttivo Enrico Borghi (PD), Guido Galperti (PD), Giuseppe Romele (FI-PDL), Francesco Prina (PD), Luca Squeri (FI-PDL), Salvatore Matarrese (SCPI), Raffaello Vignali (AP-NCD), Davide Caparini (Lega Nord) e Cosimo Latronico (Misto -Conservatori e Riformisti). Mentre Marco Flavio Cirillo (FI-PDL e già sottosegretario all'Agricoltura) e Stefano Saglia (AP-NCD e già sottosegretario allo Sviluppo Economico con delega all'energia e attualmente consigliere di amministrazione di Terna) sono rispettivamente tesoriere e coordinatore delle attività.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Dalla siderurgia ai componenti auto, Gualtieri al lavoro sui settori cui destinare i fondi del Green New Deal

Dall’efficientamento energetico degli edifici pubblici, a partire dalle scuole, da finanziare anche con l’emissione di green bond, a sostegno alla riconversione della componentistica auto verso la mobilità sostenibile, dal piano naziona
[leggi tutto…]

Snam perfeziona l’acquisto di Olt

Snam finalizza l’acquisizione del 49% di Olt
[leggi tutto…]

Gas Intensive, iniziativa Di Maio penalizza i consumatori

Bene l'iniziativa del ministro dello Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli contro gli aumenti delle tariffe di uscita dalla rete gas della Germania
[leggi tutto…]