Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Novak: “Il gas rischia crisi simile a quella del greggio”
25/11/2017 - Pubblicato in news internazionali

Il mercato del gas potrebbe precipitare in una crisi simile a quella già sperimentata dal petrolio. A lanciare l’allarme è la Russia, attraverso il ministro dell’Energia Alexander Novak. “L’attuale eccesso di offerta porta con sé il rischio di entrare nella stessa crisi che ha colpiti i prezzi del petrolio”, ha dichiarato il ministro ministro in Bolivia, dov’è in corso una riunione del Gas Exporting Countries Forum (Gecf). L’organismo, benchè riunisca i maggiori esportatori di gas, non ha la stessa possibilità di intervento a sostegno dei prezzi che ha l’Opec. In vista del vertice di quest’ultima il mercato ha dunque prestato più attenzione ad altre dichiarazioni di Novak, che segnalano un avvicinamento delle posizioni tra Arabia Saudita e Russia sulla necessità di prorogare il taglio della produzione di petrolio. “L’obiettivo di ribilanciare il mercato non è stato ancora raggiunto in pieno – ha detto il ministro – quindi tutti sono a favore di un estensione e anche la Russia è a favore di questa proposta”, anche se “diverse opzioni sono sul tavolo”. Secondo fonti Bloomberg Mosca sarebbe propensa ad annunciare la proroga al vertice della prossima settimana, come vorrebbero i sauditi, ma in cambio chiede un meccanismo che leghi l’entità e la dura dei tagli a parametri è precisi, come ad esempio il livello delle domanda e dell’offerta.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza e mercati – Sissi Bellomo (pag. 29)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Petrolio, nuovo rialzo sull’escalation di tensioni Usa-Iran

La decisione della Casa Bianca sul mancato rinnovo delle esenzioni per poter importare greggio dall’Iran ha avviato una spirale di tensione in grado di dare una nuova spinta ad un rally nelle quotazioni dell’oro nero.
[leggi tutto…]

Affondo Usa sull’Iran, impennata del petrolio

L’amministrazione Trump sbarra del tutto i cancelli internazionali al petrolio dell’Iran, eliminando le deroghe che aveva finora concesso a otto paesi tra i quali l’Italia
[leggi tutto…]

Def, il giudizio di imprese e sindacati

È in chiaroscuro il giudizio delle categorie produttive sul Def, dopo il giro di audizioni di ieri presso le commissioni Bilancio di Camera e Senato. Gli industriali apprezzano i “due decreti approvati ma non ancora pubblicati (così de
[leggi tutto…]