Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Nord Stream 2, Italia a secco per i tubi solo russi e tedeschi
12/03/2016 - Pubblicato in aspetti tecnici,news internazionali

Sono stati assegnati i primi appalti per il gasdotto North Stream 2 che porterà in Germania il gas russo via Mar Baltico raddoppiando il volume di gas già oggi trasportato dalla pipeline North Stream: le aziende italiane, al momento, rimangono fuori dal progetto e non hanno ricevuto alcuna assegnazione di appalti. L’Italia, che ha visto sfumare il piano per il gasdotto South Stream, aveva manifestato attraverso le dichiarazioni del Premier Renzi la propria irritazione per il fatto che, con il raddoppio del gasdotto North Stream, la Germania verrà ad essere in assoluto il principale hub europeo del gas russo. In particolare il Premier Renzi aveva criticato il “doppiopesismo” della Commissione UE, che avrebbe ostacolato il consorzi meridionale a conduzione Eni fino a farlo fallire, mentre ha rimandato qualsiasi giudizio sul raddoppio verso la Germania.

Fonte:  La Repubblica – Giuseppe D’Amato (pag. 18)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Energia, tlc, logistica. La riscossa italiana può iniziare dalle reti

Le reti sono state le grandi protagoniste di questa prima fase di emergenza, dimostrando una notevole “resilienza”
[leggi tutto…]

Rally del petrolio con ipotesi tagli

Il mercato del petrolio è forse vicino a una svolta. Arabia Saudita e Stati Uniti hanno aperto la porta alla possibilità di tagli alla produzione, anche di grande entit
[leggi tutto…]

Forniture gas, la Polonia vince l’arbitrato con la Russia

Al termine di una disputa legale durata cinque anni, il Tribunale arbitrale di Stoccolma ha accolto le tesi della polacca Pgnig, che nel 2015 aveva presentato ricorso contro Gazprom per i termini di prezzo del contratto di fornitura gas di lungo-termine f
[leggi tutto…]