Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Nasce l’”Opec” dei consumatori di Gnl
24/03/2017 - Pubblicato in news internazionali

La rivoluzione nel mercato del Gas naturale liquefatto (Gnl) accelera il passo, con il lancio – anticipato a maggio – del future sul combustibile da parte dell’InterContinental Exchange (Ice) e con un punto di ferro fra i tre maggiori acquirenti mondiali del combustibile, per strappare condizioni di fornitura più favorevoli. Protagonisti di quella che sembra quasi un’”Opec di consumatori” sono la sudcoreana Korea Gas Corp (Kogas), la giapponese Jera  e la cinese China National Offshore Oil Corp (Cnooc) che insieme assorbono circa un terzo della produzione mondiale del Gnl. Le tre società hanno siglato un Memorandum d’intesa che getta le basi per una stretta collaborazione nelle trattative con i fornitori, in particolare per convincerli a rimuovere dai contratti le cosiddette clausole di destinazione, che impediscono di rivendere a terzi il gas. Inoltre l’arrivo sul mercato del Gnl “made in Usa” non ha soltanto creato un precedente, ma sta contribuendo a ingrossare un eccesso di offerta che nei prossimi anni è destinato a crescere a dismisura; il prezzo sport del Gnl è crollato di oltre il 70% rispetto ai picchi del 2014.

Fonte: Il Sole 24Ore, Finanza&mercati – Sissi Bellomo(pag. 39)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Cioffi (Mise) al Consiglio Ue: “Serve una carbon tax”

“Se vogliamo essere competitivi forse dovremmo ricominciare a pensare a una carbon tax che ci permetta di avere una specificità dell’Europa rispetto ad altri Paesi”.
[leggi tutto…]

Dorsale adriatica Snam, il CdS chiede informazioni al Minambiente

Il Ministero dell’Ambiente ha inviato nell’ottobre 2013 e nel maggio 2015 due richieste di parere in merito a due ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica
[leggi tutto…]

Eni, l’upstream spinge gli utili. Produzione ai massimi storici

Sfruttando il contributo del quarto trimestre, Eni manda in archivio i conti con un preconsuntivo sopra le stime degli analisti e conferma un dividendo 2018 di 83 cent (a fronte degli 80 dell’anno prima).
[leggi tutto…]