Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il Mozambico fa lo sconto a Eni
06/09/2017 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Conto meno salato del previsto per Eni in Mozambico. La tassa sul capital gain che il governo di Maputo chiederà alla compagnia petrolifera italiana per la cessione a Exxon Mobil del 25% dell’area 4 sarà sensibilmente al di sotto delle attese, che erano intorno ai 500 milioni di dollari. In realtà applicando l’aliquota del 32% introdotta in Mozambico nel 2014, la cifra sarebbe potuta addirittura lievitare fino a 900 milioni di dollari. Eni invece, come ha lasciato trapelare il ministero dell’Economia e Finanze del Mozambico, se la caverà con 350 milioni di dollari a fronte dell’incasso di 2,8 miliardi di dollari. Secondo il ministro Adriano Maleiane, il governo ha dato il via libera alla cessione e si prevede di girare gli introiti del capital gain in un nuovo fondo sovrano d’investimento, che poi finanzierà i progetti di sviluppo nel settore energetico per conto della società pubblica Enh (Empresa nacional de Hidrocarbonetos) e si alimenterà esclusivamente con i proventi fiscali delle joint venture con le compagnie petrolifere estere. Il closing tra Eni ed Exxon è previsto entro la fine dell’anno, ma potrebbe arrivare anche prima, tra fine settembre e ottobre.

Fonte: MF – Angela Zoppo (pag. 10)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Gasdotto Italia-Malta, al via consultazione transfrontaliera

Il ministero dell'Ambiente ha avviato nei giorni scorsi la consultazione pubblica transfrontaliera sul progetto di gasdotto di interconnessione tra Italia e Malta, una pipeline da 1,2 miliardi di mc all'anno per una lunghezza di 159 km tra Delim
[leggi tutto…]

Mire cinesi sul gas Eni australiano

Arrivano dalla Cina i primi concreti segnali di interesse per gli asset australiani di Eni. Secondo indiscrezioni, tra i pretendenti c’è Roc Oil, quartier generale a Sidney ma azionariato cinese
[leggi tutto…]

UE, l'Est Europa chiede sostegno per il gas

Otto paesi UE hanno firmato venerdì un documento congiunto per difendere il “ruolo del gas naturale in un'Europa neutrale dal punto di vista climatico”
[leggi tutto…]