Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Mosca: “L’accordo conviene a tutti. Ma i prezzi saliranno lentamente”
17/04/2016 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

A tutti converrebbe trovare un accordo ed arrivare ad un livello equilibrato di prezzi», spiega il vicepremier russo Arkady Dvorkovic. Il numero due del governo della Federazione russa è tornato a Roma, accompagnato da tre ministri (energia, trasporti e rapporti col Nord Caucaso) per rilanciare la collaborazione economica con l’Italia. In questa occasione Dvorkovic ha incontrato il ministro degli Esteri Gentiloni, copresidente del Consiglio economico italo-russo, ed il ministro dell’Agricoltura Martina. Per Dvorkovic il prezzo del greggio continuerà ad oscillare tra i 35 ed i 45 dollari al barile mentre tra due anni si potrà arrivare a 50-60. Sostiene poi che Nord Stream 2 sia un buon progetto: “E come il corridoio Sud consentirà di offrire per decenni gas russo a prezzi ragionevoli a tutta Europa, Italia compresa, rendendo molto più sicuri gli approvvigionamenti. Capiamo perfettamente che in gioco ci sono interessi diversi, a cominciare da Germania e Italia, ma crediamo che si possa raggiungere una soluzione costruttiva. Però è fondamentale che tutti agiscano partendo dagli interessi dei consumatori e non da astratti interessi politici”.

Fonte: La Stampa – Paolo Baroni (pag. 11)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Crisi energetica in caso di stop a investimenti nelle fossili

Anche se finanza, industria e governi promettono di fare passi in avanti sul tema della sostenibilità, gli ambientalisti esigono impegni ben più radicali
[leggi tutto…]

Tremila metri sotto i mari in cerca di petrolio

L’azienda petrolifera francese Total inizierà entro la fine del mese di gennaio la perforazione del più profondo pozzo di greggio al mondo sotto il livello del mare
[leggi tutto…]

Il gas, economico e green, affossa il carbone

In nome dell’ambiente, ma anche dell’economia. Il ruolo del carbone nella generazione elettrica sta tramontando a una velocità senza precedenti in Europa
[leggi tutto…]