Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Mise, Calenda in missione in Turchia
24/02/2017 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Rafforzamento delle relazioni economiche tra Italia e Turchia anche attraverso attività promozionale e finanziaria a supporto delle aziende dei due Paesi. Questo l'obiettivo della missione del ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda in corso a Istanbul dove è prevista una serie di incontri istituzionali allo scopo di consolidare i rapporti e definire nuovi settori di sbocco e opportunità per le imprese italiane in Turchia. Particolare attenzione, si legge in una nota del ministero, sarà dedicata ai settori l'elettromedicale, infrastrutture, costruzioni, logistica, energie rinnovabili, Industria 4.0 Smart Tech, meccanica strumentale, moda, lifestyle e alimentare. Calenda ha incontrato, tra gli altri, il ministro dell'Economia Nihat Zeybekci. Nel corso della riunione, i due ministri hanno rilevato che esistono significative potenzialità di sviluppo dell'interscambio e degli investimenti bilaterali, con particolare riferimento ai settori delle infrastrutture e dell'energia. I due ministri hanno inoltre convenuto sull'opportunità di dar vita a delle forme avanzate di cooperazione sui mercati esteri, a partire da una possibile prima missione congiunta in Africa. I due hanno presieduto la prima riunione del Jetco (Joint Economic and Trade Commission), l'organismo di cooperazione bilaterale che consente di affrontare con continuità le questioni di reciproco interesse in ambito politico ed economico; hanno presenziato alla firma dell'accordo tra Sace e l'omologa turca Eximbank per il sostegno agli investimenti; hanno partecipato al Business Forum Italia-Turchia organizzato da Confindustria, Ice Agenzia e la controparte turca Deik.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Dorsale adriatica Snam, il CdS chiede informazioni al Minambiente

Il Ministero dell’Ambiente ha inviato nell’ottobre 2013 e nel maggio 2015 due richieste di parere in merito a due ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica
[leggi tutto…]

Eni, l’upstream spinge gli utili. Produzione ai massimi storici

Sfruttando il contributo del quarto trimestre, Eni manda in archivio i conti con un preconsuntivo sopra le stime degli analisti e conferma un dividendo 2018 di 83 cent (a fronte degli 80 dell’anno prima).
[leggi tutto…]

Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi prog
[leggi tutto…]