Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Mise, a Bellanova la delega all'energia
04/03/2016 - Pubblicato in news nazionali

Il Consiglio dei ministri ha infatti approvato oggi le deleghe conferite dal ministro Guidi ai fini dell'attribuzione del titolo di vice ministro. Bellanova ha ricevuto le deleghe che erano di Claudio De Vincenti e che, dopo la sua promozione alla Presidenza del Consiglio, erano rimaste in mano al ministro. Bellanova è entrata al Mise con l'ultimo rimpasto di Governo proveniente dal ministero del Lavoro. Il ministero ha poi diramato un comunicato in cui specifica le competenze: "nel pomeriggio di oggi il Consiglio dei ministri ha attribuito ufficialmente con decreto le deleghe alla viceministro Teresa Bellanova, arrivata al Ministero dello Sviluppo economico il 29 gennaio scorso. Bellanova ha avuto una delega molto ampia. In particolar modo si occuperà di un settore chiave del Mise quale l'energia, curando gli aspetti relativi alla sicurezza, all'approvvigionamento, occupandosi delle infrastrutture energetiche, del mercato del gas naturale, del mercato elettrico, delle reti di trasporto del gas, delle reti di trasmissione dell'energia elettrica, incluse le energie rinnovabili. Con esclusione degli affari inerenti l'impiego delle risorse minerarie ed energetiche, comprese le attività di prospezione, ricerca, coltivazione e stoccaggio delle risorse del sottosuolo".

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Intervista a Fatih Birol: "Petrolio, giusto riunire il G20, se crolla il settore per danni per tutti"

Produttori e consumatori di petrolio allo stesso tavolo per evitare “nell’interesse di tutti il tracolo del settore”
[leggi tutto…]

Gazprom, in gennaio-febbraio export gas -24,6%

Nei primi due mesi del 2020 il colosso russo di Stato Gazprom, monopolista delle esportazioni di gas russo via tubo, ha registrato una flessione su anno dell'export del 24,6%
[leggi tutto…]

Energia, tlc, logistica. La riscossa italiana può iniziare dalle reti

Le reti sono state le grandi protagoniste di questa prima fase di emergenza, dimostrando una notevole “resilienza”
[leggi tutto…]