Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Mise, a Bellanova la delega all'energia
04/03/2016 - Pubblicato in news nazionali

Il Consiglio dei ministri ha infatti approvato oggi le deleghe conferite dal ministro Guidi ai fini dell'attribuzione del titolo di vice ministro. Bellanova ha ricevuto le deleghe che erano di Claudio De Vincenti e che, dopo la sua promozione alla Presidenza del Consiglio, erano rimaste in mano al ministro. Bellanova è entrata al Mise con l'ultimo rimpasto di Governo proveniente dal ministero del Lavoro. Il ministero ha poi diramato un comunicato in cui specifica le competenze: "nel pomeriggio di oggi il Consiglio dei ministri ha attribuito ufficialmente con decreto le deleghe alla viceministro Teresa Bellanova, arrivata al Ministero dello Sviluppo economico il 29 gennaio scorso. Bellanova ha avuto una delega molto ampia. In particolar modo si occuperà di un settore chiave del Mise quale l'energia, curando gli aspetti relativi alla sicurezza, all'approvvigionamento, occupandosi delle infrastrutture energetiche, del mercato del gas naturale, del mercato elettrico, delle reti di trasporto del gas, delle reti di trasmissione dell'energia elettrica, incluse le energie rinnovabili. Con esclusione degli affari inerenti l'impiego delle risorse minerarie ed energetiche, comprese le attività di prospezione, ricerca, coltivazione e stoccaggio delle risorse del sottosuolo".

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi prog
[leggi tutto…]

Gas, l'Egitto lancia la sfida

Eni e Shell hanno affermato apertamente che l'Egitto è l'opzione più economica per portare sul mercato le gigantesche riserve di gas del Mediterraneo orientale, un'opzione preferibile al progetto di maxigasdotto Cipro-Grecia E
[leggi tutto…]

Eni avanza ancora nel gas libico

La spagnola Repsol è stata costretta a dichiarare lo stato di forza maggiore per il suo giacimento di Sharara.
[leggi tutto…]