Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Ai minimi storici le scoperte di petrolio e gas
22/12/2017 - Pubblicato in news internazionali

Il prezzo del barile è ormai tornato sopra i 60 dollari, ma l’onda lunga della crisi si fa ancora sentire sulle attività delle compagnie petrolifere, che quest’anno hanno registrato un minimo storico nelle scoperte di risorse convenzionali: al netto dello shale oil e simili, sono stati ritrovati appena 6,7 miliardi di barili, stima Rystad Energy. I consumi petroliferi, prima di avviare un graduale declino, si stabilizzeranno. E questo secondo le previsioni più ottimiste non avverrà prima del 2030. Nel frattempo, per evitare una drammatica salita del prezzo del barile, sarà indispensabile trovare e sviluppare nuovi giacimenti.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza & Mercati – Sissi Bellomo (pag. 36)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

L’Asia è senza gas l’Europa si salva l’Italia ringrazia il Tap

Non c’è mica stato solo il Covid: a luglio ondata di caldo in Asia che fa crescere la domanda di energia per il condizionamento; a settembre un uragano in Camerun, uno dei maggiori produttori di gas, rallenta la produzione di Gnl che alimenta
[leggi tutto…]

Kerry: <<Europa e Usa insieme su Green deal e lotta al virus>>

Le due grandi sfide della green economy e della pandemia richiedono una risposta congiunta di Europa e Stati Uniti. Ora, con Biden alla Casa Bianca, tutto sarà più facile ma solo se si seguirà la strada della democrazia e della difesa
[leggi tutto…]

Petrolio, con Biden lo shale perde anche l’appoggio politico

Indifferente al cambio della guardia alla Casa Bianca, il petrolio continuala sua avanzata sui mercati finanziari, dove si mantiene ai massimi da quasi un anno, vicino a 57 dollari nel caso del Brent, e intorno a 54 nel caso del Wti.
[leggi tutto…]