Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Messico, opportunità nell’oil&gas
10/01/2017 - Pubblicato in news internazionali

La progressiva apertura del mercato energetico messicano vede l’Italia tra i principali attori del processo di liberalizzazione e joint ventures. L’Enel Green Power Messico è presente nel Paese dal 2007 e investirà ancora nei prossimi anni nelle energie pulite circa 1,1 miliardi di dollari con quattro nuovi contratti; l’Eni ha già vinto una gara internazionale per l’esplorazione di idrocarburi nelle acque basse del Golfo del Messico e potrebbe arrivare a investire, secondo le stime dello stesso governo, un miliardo di dollari. Nei mesi scorsi è stato sottoscritto un accordo tra il Ministero messicano dell’Energia ed il Ministero dello Sviluppo Economico per la collaborazione nel settore energetico che darà nuovo impulso alla collaborazione bilaterale. Con il Messico è poi attivo un “Business Council” bilaterale che riunisce le maggiori aziende dei due Paesi. Inoltre le ultime missioni italiane hanno rafforzato il dialogo tra Roma e Città del Messico: la missione dell’ex ministro degli Esteri Ministro Paolo Gentiloni in Messico del marzo 2015, dell’ex premier Matteo Renzi in aprile scorso e del Presidente Mattarella a luglio scorso. Oltre all’Enel nel settore delle rinnovabili e Eni (la prima grande compagnia petrolifera internazionale ad entrare nel mercato messicano) altre aziende italiane sono presenti nel settore: Saipem, Bonatti, SICIM, Sicilsaldo, Maire Technimont, Micoperi.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Impresa e territori – Gerardo Pelosi (pag. 14)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi prog
[leggi tutto…]

Gas, l'Egitto lancia la sfida

Eni e Shell hanno affermato apertamente che l'Egitto è l'opzione più economica per portare sul mercato le gigantesche riserve di gas del Mediterraneo orientale, un'opzione preferibile al progetto di maxigasdotto Cipro-Grecia E
[leggi tutto…]

Eni avanza ancora nel gas libico

La spagnola Repsol è stata costretta a dichiarare lo stato di forza maggiore per il suo giacimento di Sharara.
[leggi tutto…]