Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il mercato del gas rimane compresso tra nuovi paradigmi e vecchi problemi
03/03/2016 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Per i prossimi mesi – si legge nell’articolo – si prospettano una serie di elementi potenzialmente negativi per il mercato, tra cui l’elevato livello delle scorte. Bianchini sottolinea, tra l’altro, che negli ultimi mesi il calo del prezzo del petrolio ha trascinato al ribasso anche le quotazioni del gas, nonostante il 2015 abbia segnato, a livello europeo, una ripresa della domanda. La spiegazione di tale andamento asimmetrico è da ricercarsi nei contratti di approvvigionamento europei ed asiatici. Secondo il manager, inoltre, l’aumento di capacità di liquefazione potrebbe fungere da fattore depressivo per il mercato: nel corso del primo semestre 2016 è stimato l’ingresso di circa 50 milioni di mc di nuova capacità di Gnl nell’area pacifica e altri 100 miliardi di mc di nuova capacità di liquefazione potrebbero essere sviluppati nel prossimo decennio.

(Fonte: Milano Finanza)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Dorsale adriatica Snam, il CdS chiede informazioni al Minambiente

Il Ministero dell’Ambiente ha inviato nell’ottobre 2013 e nel maggio 2015 due richieste di parere in merito a due ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica
[leggi tutto…]

Eni, l’upstream spinge gli utili. Produzione ai massimi storici

Sfruttando il contributo del quarto trimestre, Eni manda in archivio i conti con un preconsuntivo sopra le stime degli analisti e conferma un dividendo 2018 di 83 cent (a fronte degli 80 dell’anno prima).
[leggi tutto…]

Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi prog
[leggi tutto…]