Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il mercato del gas rimane compresso tra nuovi paradigmi e vecchi problemi
03/03/2016 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Per i prossimi mesi – si legge nell’articolo – si prospettano una serie di elementi potenzialmente negativi per il mercato, tra cui l’elevato livello delle scorte. Bianchini sottolinea, tra l’altro, che negli ultimi mesi il calo del prezzo del petrolio ha trascinato al ribasso anche le quotazioni del gas, nonostante il 2015 abbia segnato, a livello europeo, una ripresa della domanda. La spiegazione di tale andamento asimmetrico è da ricercarsi nei contratti di approvvigionamento europei ed asiatici. Secondo il manager, inoltre, l’aumento di capacità di liquefazione potrebbe fungere da fattore depressivo per il mercato: nel corso del primo semestre 2016 è stimato l’ingresso di circa 50 milioni di mc di nuova capacità di Gnl nell’area pacifica e altri 100 miliardi di mc di nuova capacità di liquefazione potrebbero essere sviluppati nel prossimo decennio.

(Fonte: Milano Finanza)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Kerry: <<Europa e Usa insieme su Green deal e lotta al virus>>

Le due grandi sfide della green economy e della pandemia richiedono una risposta congiunta di Europa e Stati Uniti. Ora, con Biden alla Casa Bianca, tutto sarà più facile ma solo se si seguirà la strada della democrazia e della difesa
[leggi tutto…]

Petrolio, con Biden lo shale perde anche l’appoggio politico

Indifferente al cambio della guardia alla Casa Bianca, il petrolio continuala sua avanzata sui mercati finanziari, dove si mantiene ai massimi da quasi un anno, vicino a 57 dollari nel caso del Brent, e intorno a 54 nel caso del Wti.
[leggi tutto…]

Sanzioni Usa e caso Navalny, Nord Stream 2 torna nel mirino

Doppio attacco al Cremlino, nel pomeriggio di ieri. Il primo è partito dalla Casa Bianca nelle ultimissime ore dell’amministrazione Trump, che ha sganciato il suo siluro finale sul Nord Stream 2
[leggi tutto…]