Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Marcegaglia (Eni): guai a bloccare il gasdotto Tap
05/06/2018 - Pubblicato in news nazionali

Nuove voci si levano in favore della costruzione del Tap, il gasdotto che trasporterà il gas azero fino in Puglia nel 2020. L’ultima è quella del presidente di Eni, Emma Marcegaglia, che a margine dell’assemblea di Federchimica ha commentato: “Per noi non si può sicuramente bloccare. Il Tap vorrebbe dire più gas e questo è un paese che ha bisogno di meno carbone e più gas”. Queste affermazioni seguono quelle del neo ministro del sud Barbara Lezzi, che aveva confermato come l’obiettivo del M5S fosse quello di chiudere il gasdotto: “vogliamo chiudere il progetto, anche rapidamente. Prima vogliamo studiare tutte le carte, verificare se gli altri gasdotti europei sono pienamente sfruttati e poi decideremo definitivamente”. Il Tap, partecipato da Snam, Bp, Socar, Fluxys, Enagas e Axpo porterà in Itlaia il gas dei giacimenti azeri di Shah Deniz, sfruttando il cosiddetto corridoio Sud e rappresenterà un’alternativa alle forniture russe e al loro passaggio attraverso l’Ucraina.

Fonte: MF – Nicola Carosielli (pag. 11)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

L’Asia è senza gas l’Europa si salva l’Italia ringrazia il Tap

Non c’è mica stato solo il Covid: a luglio ondata di caldo in Asia che fa crescere la domanda di energia per il condizionamento; a settembre un uragano in Camerun, uno dei maggiori produttori di gas, rallenta la produzione di Gnl che alimenta
[leggi tutto…]

Kerry: <<Europa e Usa insieme su Green deal e lotta al virus>>

Le due grandi sfide della green economy e della pandemia richiedono una risposta congiunta di Europa e Stati Uniti. Ora, con Biden alla Casa Bianca, tutto sarà più facile ma solo se si seguirà la strada della democrazia e della difesa
[leggi tutto…]

Petrolio, con Biden lo shale perde anche l’appoggio politico

Indifferente al cambio della guardia alla Casa Bianca, il petrolio continuala sua avanzata sui mercati finanziari, dove si mantiene ai massimi da quasi un anno, vicino a 57 dollari nel caso del Brent, e intorno a 54 nel caso del Wti.
[leggi tutto…]