Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa A maggio la svolta del petrolio: produzione globale in forte calo
15/06/2016 - Pubblicato in news internazionali

Maggio potrebbe davvero aver segnato una svolta sul mercato del petrolio. La conferma arriva anche dall’Agenzia internazionale per l’energia (Aie), secondo cui la produzione globale di greggio è diminuita il mese scorso di 590mila barili al giorno. Si tratta del primo calo significativo su base annua dall’inizio del 2013, osserva l’organismo dell’Ocse. E non dipende soltanto dalle ormai ben note emergenze, come gli incendi canadesi o i ripetuti attacchi alle infrastrutture petrolifere della Nigeria. La frenata dipende solo dai Paesi non Opec, che in un anno hanno perso 1,3 milioni di barili al giorno. L’Opec al contrario ha estratto 500mila bg in più, al traino di un’eccezionale ripresa dell’Iran, che dopo la revoca delle sanzioni ha riattivato 700mila bg di produzione in meno di sei mesi, salendo a 3,6 mbg.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza e mercati – Sissi Bellomo (pag. 30)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Petrolio, i Paesi del G7 chiedono la fine della guerra dei prezzi

Preoccupati per la discesa del prezzo del petrolio, ma soprattutto per la guerra dei prezzi in corso, i Paesi del G/ hanno rivolto un appello ai maggiori Paesi produttori “per cercare di aiutare gli sforzi per mantenere la stabilità economica
[leggi tutto…]

Snam guarda agli Emirati e valuta il dossier Adnoc

I piani di crescita di Snam potrebbero condurla sino in Medio Oriente
[leggi tutto…]

Il crac dello shale oil minaccia il mercato corporate mondiale

E’ nelle pianure del Texas la miccia che potrebbe far esplodere la bomba del debito corporate
[leggi tutto…]