Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Luce, gas e telefono così le bollette diventano più leggere
23/11/2015 - Pubblicato in aspetti tecnici

Le bollette di luce, gas e telefono possono pesare molto sul bilancio di casa, sopratutto se in famiglia ognuno utilizza un proprio cellulare. «Il Giornale» ha quindi pensato ad una guida con molti consigli pratici per tagliare i costi di corrente e metano, sfruttando anche le possibilità offerte dal «libero mercato». Ecco poi le proposte migliori degli operatori telefonici per i cellulari e per collegare in banda larga la rete di casa, così da poter sfruttare al meglio non solo i computer, ma anche tablet o smart tv. E grazie al web e alle App ci sono anche modi per chiamare quasi gratis. I costi possono scendere ancora. È infatti giustificata l'impressione di non essere trattati al meglio da quanti ci vendono gas, elettricità o servizi telefonici. Eppure la situazione è molto migliorata rispetto ai tempi, per intendersi, in cui tutti eravamo (volenti o nolenti) clienti della Sip o dell'Enel. Il processo di liberalizzazione che ha avuto luogo nell'ultimo quarto di secolo ha creato spazi di concorrenza e quindi anche di innovazione: spingendo ad abbassare i prezzi e migliorare la qualità. Eppure quel disagio dinanzi ai conti da pagare è giustificato, in ragione del fatto che il nostro è un mercato non davvero libero, dato che chi compra e chi vende non può muoversi a proprio piacere e anzi sottosta a una lunga serie di norme: spesso ispirate dalla volontà di aiutare i soggetti più deboli, favorire lo sviluppo e mille altre cose.

Fonte: il Giornale, Le guide – Carlo Lottieri (pag. 15)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi prog
[leggi tutto…]

Gas, l'Egitto lancia la sfida

Eni e Shell hanno affermato apertamente che l'Egitto è l'opzione più economica per portare sul mercato le gigantesche riserve di gas del Mediterraneo orientale, un'opzione preferibile al progetto di maxigasdotto Cipro-Grecia E
[leggi tutto…]

Eni avanza ancora nel gas libico

La spagnola Repsol è stata costretta a dichiarare lo stato di forza maggiore per il suo giacimento di Sharara.
[leggi tutto…]