Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa In Libia nuovo stop per Eni&co
29/08/2017 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Non c’è pace per i giacimenti libici, che pure hanno garantito una forte ripresa della produzione, anche grazie all’esenzione dai tagli Opec. Lo sa bene Eni, così come tutte le oil company ancora attive nel Paese nordafricano. L’ultimo rapporto della Petroleum Facilities Guard, che si occupa della sicurezza degli impianti, è allarmante: altri due giacimenti sono stati chiusi nel fine settimana e la compagnia petrolifera nazionale Noc parla nuovamente di cause di forza maggiore, dopo che gruppi armati hanno attaccato gli oleodotti più vicini. Tra i campi costretti allo stop forzato c’è El Feel, conosciuto anche come Elephant, partecipato da Eni con una quota del 33,3% in joint venture con Noc, aveva ripreso la produzione da pochi mesi con una capacità di circa 90 mila barili giornalieri. Eni però non fa passi indietro. Nel primo semestre è proseguita l’attività esplorativa nell’area contrattuale D con una scoperta a gas e pochi mesi fa, ad aprile, la licenza è stata estesa fino al 2019.

Fonte: MF – Angela Zoppo (pag. 11)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

L’idrogeno dà prospettiva a Snam

Snam avrà un ruolo crescente nella transizione energetica basata anche sull’idrogeno
[leggi tutto…]

Gas, a giugno calo consumi limita i danni: -5,1%

I consumi di gas naturale nel mese di giugno registrano un nuovo calo, ma a cifra singola, con un ritorno alla normalità dei consumi civili che attenua l'impatto delle flessioni nell'industria e nel termoelettrico.
[leggi tutto…]

Intervista a Claudio Descalzi (ceo Eni): “ A Ravenna il più grande hub della C02 al mondo”

Descalzi spiega come l’emergenza del coronavirus abbia imposto un’accelerazione sulla trasformazione energetica: “dobbiamo definitivamente allontanarci dalla volatilità delle fluttuazione del prezzo del petrolio che ci sta bloccan
[leggi tutto…]