Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il lento declino dell’oro nero e i produttori lo ammettono
14/04/2017 - Pubblicato in news internazionali

A prevedere il lento declino del fabbisogno del greggio non sono associazioni ambientaliste ma la stessa AiE: secondo il report appena pubblicato la crescita della domanda sarà di 1,3 milioni di barili al giorno contro i 1,4 milioni della previsione precedente. Va tenuto conto che la domanda di energia è aumentata – soprattutto in Asia - ed è molto più coperta dalle rinnovabili. Lo si vede anche nel prezzo del greggio che, nonostante i tagli dei paesi produttori, resta sempre intorno ai 53 dollari.

Fonte: La Repubblica, Economia – Luca Pagni (pag. 24)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Petrolio, i Paesi del G7 chiedono la fine della guerra dei prezzi

Preoccupati per la discesa del prezzo del petrolio, ma soprattutto per la guerra dei prezzi in corso, i Paesi del G/ hanno rivolto un appello ai maggiori Paesi produttori “per cercare di aiutare gli sforzi per mantenere la stabilità economica
[leggi tutto…]

Snam guarda agli Emirati e valuta il dossier Adnoc

I piani di crescita di Snam potrebbero condurla sino in Medio Oriente
[leggi tutto…]

Il crac dello shale oil minaccia il mercato corporate mondiale

E’ nelle pianure del Texas la miccia che potrebbe far esplodere la bomba del debito corporate
[leggi tutto…]