Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Kashagan verso il record di barili
24/05/2019 - Pubblicato in news internazionali

Il Kazakhstan spinge per un ulteriore aumento della produzione di Kashgan, nell’offshore del Caspio, operato dal consorzio Ncoc, di cui fa parte Eni, alla pari con Exxon Mobil, Shell, Total e MunaiGas. La richiesta è arrivata direttamente dal ministro dell’energia Kanat Bozumbayev. Il 19 maggio il giacimento è tornato in produzione, raggiungendo subitola quota di 70 mila barili. A Giugno la produzione dovrebbe toccare i 370 mila barili al giorno, con l’obiettivo di arrivare addirittura a 400 mila.  Kashgan è uno dei giacimenti più grandi scoperti negli ultimi 40 anni, con riserve stimate per almeno 9 miliardi di barili. Il consorzio, d’intesa con il governo kazako, sta  lavorando a una successiva fase di sviluppo, che dovrebbe allargarsi ai giacimenti limitrofi, e a giugno dovrebbe essere presentato al governo un piano per lo sfruttamento congiunto di Aktoty, Kairan e Kalamksas-Sea. Un secondo consirzio, che condivide con Ncoc gli azionisti Shell e Kmg, detiene il giacimento di Khaza. Per quest’anno si pensa di far partire  il progetto di unire quest’ultimo giacimento a quello di Kalamksas, col benestare del governo Kazako.

Fonte: MF – Angela Zoppo (pag. 11)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Marcegaglia: “Greta o Trump, diffidiamo degli estremismi”

Il problema della transizione energetica va affrontato con pragmatismo dal momento che il mondo ancora si basa per l’60% sulle fonti fossili e in cui la domanda di energia è proiettata in aumento del 25% al 2030, quando la popolazione sar&agr
[leggi tutto…]

Libia, resta forte la morsa di Haftar sui pozzi petroliferi

Continua, anche dopo Berlino, il gioco al rialzo del generale Haftar che non allenta la presa su porti e produzione di petrolio
[leggi tutto…]

Crisi energetica in caso di stop a investimenti nelle fossili

Anche se finanza, industria e governi promettono di fare passi in avanti sul tema della sostenibilità, gli ambientalisti esigono impegni ben più radicali
[leggi tutto…]