Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Jindal: noi garanti di italianità. Ilva fra 3 anni con 10 mila posti
31/03/2017 - Pubblicato in news nazionali

La cordata AcciaItalia, in corsa per l’acquisizione dell’Ilva, si differenzia dalla concorrente Am Investco per l’italianità dei suoi componenti. Sajjan Jindal, presidente di Jindal South West, ha fatto sapere che: “la presenza accanto a noi in AcciaItalia di Cassa depositi e prestiti, di Arvedi e della Delfin di Leonardo Del Vecchio, è una garanzia» e promette che «fra tre anni nello stabilimento di Taranto torneremo sopra i 10 mila addetti e riporteremo clienti importanti. Ma l’obiettivo principale è ridare il sorriso ai tarantini, inquinando meno con il gas. Perché non è affatto vero che produrre acciaio con il gas costa di più». Sulla produzione AcciaItalia ha già svelato gli obiettivi, ovvero 6 milioni di tonnellate di acciaio con le tecnologie tradizionali a carbone e 4 con il forno elettrico a gas con carica di preridotto. La sfida principale, a Taranto, è inquinare meno e mantenere l’occupazione, massimizzando la produzione con le migliori tecnologie, gas compreso.

Fonte: Corriere della Sera – Michelangelo Borrillo (pag. 39)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Sfida verde dell’Europa al mondo: mille miliardi, neutralità Co2 nel 2050

La Commissione europea ha presentato ieri una nuova e ampia strategia ambientale che nei prossimi anni avrà impatto su tutti i settori: dall’industria all’agricoltura, dai trasporti all’energia.
[leggi tutto…]

Il gas del Tap cerca il raddoppio

Si deciderà a metà 2020 il raddoppio del gasdotto Tap
[leggi tutto…]

Emissioni, meglio tassarle alle frontiere

Per raggiungere gli obiettivi ambiziosi che servono a fronteggiare l’emergenza climatica, uno dei rimedi suggeriti dalla Presidente della Commissione europea, von der Lyen, è quello di tassare le emissioni per incentivare i produttori
[leggi tutto…]