Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa L’Italia resta al centro delle future rotte del gas russo
10/10/2018 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

In futuro, il metano russo potrebbe arrivare in Italia  anche attraverso la rotta sud. Così sostiene il Ministro russo Novak durante la World Energy Week a Milano. A giugno Gazprom ha firmato un accordo di cooperazione con Edison e con la società greca Depa al fine di continuare il lavoro relativo al Turkish Stream , la rotta sud per il gas che la Russia sta realizzando parallelamente alla rotta Nord Stream verso la Germania. Quest’ultimo non piace all’UE in quanto minaccia di tagliare fuori l’Ucraina e al quale potrebbero aggiungersi anche sanzioni da parte degli Usa. Il Ministro ha anche analizzato la questione relativa al petrolio: a settembre sono stati prodotti 11,3 milioni di barili al giorno (record post sovietico) e la produzione potrebbe anche aumentare. Per mantenere tale capacità produttiva la Russia sta investendo in maniera particolare in Siberia Occidentale.

Fonte: Il Sole24 Ore, Finanza e Mercati – Sissi Bellomo  (pag.17)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Intervista a Fatih Birol: "Petrolio, giusto riunire il G20, se crolla il settore per danni per tutti"

Produttori e consumatori di petrolio allo stesso tavolo per evitare “nell’interesse di tutti il tracolo del settore”
[leggi tutto…]

Gazprom, in gennaio-febbraio export gas -24,6%

Nei primi due mesi del 2020 il colosso russo di Stato Gazprom, monopolista delle esportazioni di gas russo via tubo, ha registrato una flessione su anno dell'export del 24,6%
[leggi tutto…]

Energia, tlc, logistica. La riscossa italiana può iniziare dalle reti

Le reti sono state le grandi protagoniste di questa prima fase di emergenza, dimostrando una notevole “resilienza”
[leggi tutto…]