Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa L’Italia tra nuovi elettrodotti e interventi sui “colli di bottiglia”
25/09/2017 - Pubblicato in news nazionali

In Europa sono in servizio meno di una ventina di interconnessioni HVDC e circa una decina sono in fase di pianificazione. In Italia abbiamo il Saipei: un elettrodotto sottomarino da 1000MW che collega la Sardegna all’Italia; il Saicoi2 da 300 MW, sempre tra la Sardegna e penisola italiana; e l’elettrodotto sottomarino tra Italia e Grecia di potenza pari a 500 MW. Inoltre sono iniziati di recente i lavori di realizzazione del collegamento tra l’Italia e il Montenegro con l’Hvdc da 1000MW. Un’infrastruttura quest’ultima inserita dall’Ue tra i progetti prioritari a livello europeo. L’attuazione di questi progetti dovrebbe portare entro il 2020 la capacità di interconnessione al 12% mentre l’obiettivo del 15%entro il 2030 dovrebbe essere raggiunto con l’attuazione dei nuovi Pic. La Commissione europea ha però segnalato la necessità di migliorare la rete interna per eliminare i colli di bottiglia aumentando i livelli di sicurezza e flessibilità del sistema.

Fonte: La Repubblica, Affari&finanza – Vito de Ceglia (pag. 46)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Greggi ai massimi da novembre

In aumento le quotazioni del petrolio sui circuiti elettronici internazionali.
[leggi tutto…]

Phase out carbone, Crippa rilancia il cavo Sardegna-Sicilia

Il phase out del carbone in Sardegna si può gestire dalla Sicilia, valutando la possibilità di accorciare i tempi di realizzazione;
[leggi tutto…]

Petrolio in ripresa, ma tra Riad e Mosca l’alleanza è a rischio

L’asse petrolifero tra Russia e Arabia Saudita inizia a scricchiolare
[leggi tutto…]