Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Per l’Italia il gas naturale può essere migliore dell’elettricità come carburante alternativo
13/10/2016 - Pubblicato in news nazionali

Le vetture alimentate da benzina, diesel e biocarburanti tradizionali sono arrivate ad un punto di limite tecnologico e non saranno più in grado di soddisfare le richieste sempre più stringenti dell’Ue e mondiali per il contenimento delle emissioni inquinanti. Non è ancora chiaro quanto il carburante del futuro sarà in grado di sostituire quelli tradizionali ma recentemente l’attenzione si sta spostando dall’auto elettrica a favore di altre soluzioni tecnologiche quali Cng (Compressed Natural Gas) che rappresenta una alternativa per la mobilità sostenibile. L’uso del metano ha in effetti molti vantaggi: performance allineate a quelle dei carburanti tradizionali, economicità dell’utilizzo superiore a quella del diesel, sostenibilità ecologica, e impatto complessivo sull’ambiente equivalente alla trazione elettrica. Alcuni cambiamenti sono in corso anche a livello normativa in quanto l’Italia sta recependo la normativa europea Dafi e che contribuirà a ridurre le differenze di trattamento tra elettrico e metano riconoscendo quest’ultimo come carburante ecologico al pari dell’energia elettrica. Un contributo dovrebbe arrivare da chi il metano lo vende, cioè produttori e trasportatori.

Fonte: MF – Andrea Isabella (pag. 16)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Regno Unito, il breve addio al carbone. Entro il 2025 chiuse tutte le centrali

Il Governo inglese ha stabilito la data del 2025 per la scadenza ufficiale dell’era del carbone, ma la fine potrebbe arrivare in anticipo
[leggi tutto…]

Pec, parte la consultazione Vas

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 181 del 3 agosto l'avviso con cui la Presidenza del Consiglio dei ministri comunica l'avvio della consultazione per la procedura di Valutazione ambientale strategica
[leggi tutto…]

Energia, rallentano gli utili dei big. Pesa il crollo del prezzo del gas

Non è il tracollo di tre anni fa, quando le società petrolifere toccarono in Borsa i minimi storici da inizio secolo.
[leggi tutto…]