Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Italagas bussa 2i Rete Gas per le attività in Puglia
04/04/2018 - Pubblicato in news nazionali

Dopo l’acquisizione annunciata lo scorso ottobre per 727 milioni, di Nedgia e Gas Natural Italia, F2i Rete Gas per far seguito alle disposizioni dell’AGCM dovrà cedere due asset di distribuzione gas negli Ambiti Territoriali Minimi (Atem) di Foggia 1 e Bari 2. Per il gruppo controllato da F2i, tali dimissioni sono necessarie per ottenere il via libera definitivo dall’Antitrust per completare l’acquisto di Nedgia dall’operatore spagnolo Gas Natural Fenosa. Tra i candidati a rilevare gli asset di 2i Rete Gas, ci sarebbe anche Italgas. Per la società guidata dall’ad Gallo, l’acquisto di nuovi asset risulterebbe coerente con il piano industriale che prevede la crescita anche per linee esterne. Ora si attende la conclusione del primo step, ossia la scadenza per le manifestazioni di interesse non vincolanti, prevista per il 13 aprile. Successivamente, tra il 20 aprile e il 21 maggio, è previsto l’accesso alla data room ed entro il 21 maggio è prevista la presentazione delle offerte vincolanti da inviare all’Antitrust entro i successivi cinque giorni. Dopo l’AGCM valuterà l’idoneità dei potenziali acquirenti entro i successivi 15 giorni. Conclusione della procedura prevista entro la metà di luglio.

Fonte: MF, Mercati – Nicola Carosielli (pag. 12)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Dorsale adriatica Snam, il CdS chiede informazioni al Minambiente

Il Ministero dell’Ambiente ha inviato nell’ottobre 2013 e nel maggio 2015 due richieste di parere in merito a due ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica
[leggi tutto…]

Eni, l’upstream spinge gli utili. Produzione ai massimi storici

Sfruttando il contributo del quarto trimestre, Eni manda in archivio i conti con un preconsuntivo sopra le stime degli analisti e conferma un dividendo 2018 di 83 cent (a fronte degli 80 dell’anno prima).
[leggi tutto…]

Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi prog
[leggi tutto…]