Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Israele- Italia, via al gasdotto che cambia i rapporti di forza
26/11/2018 - Pubblicato in news internazionali

L’intesa tra Italia e Israele sul gasdotto EastMed non solo è stata raggiunta ma “servirà anche a contenere l’influenza araba in Europa”, assicura  il ministro israeliano per l’Energia. Oltre i 2 mila km di tubi che verranno posati nel Mediterraneo non viaggia infatti solo gas naturale, si muovono anche gli equilibri geostrategici e le sfide tra nazioni. Il gasdotto sarà la conduttura sottomarina più lunga al mondo e dovrebbe costare intorno ai 7 miliardi di dollari; la Commissione europea ha già speso 100 milioni di euro in studi di fattibilità. Il gas estratto dai giacimenti israeliani e ciprioti partirà dalle acque attorno a Cipro, passerà per l’isola di Creta, l’entroterra greco, per poi approdare al largo di Otranto, in Puglia. Per l’Italia, la firma era stata messa nel 2017 dall’allora ministro Calenda; il gasdotto potrà cambiare i rapporti dell’Europa – Italia compresa – con il Medio Oriente e la Russia di Putin.

Fonte: Corriere della Sera – Davide Frattini (pag. 15)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Cioffi (Mise) al Consiglio Ue: “Serve una carbon tax”

“Se vogliamo essere competitivi forse dovremmo ricominciare a pensare a una carbon tax che ci permetta di avere una specificità dell’Europa rispetto ad altri Paesi”.
[leggi tutto…]

Dorsale adriatica Snam, il CdS chiede informazioni al Minambiente

Il Ministero dell’Ambiente ha inviato nell’ottobre 2013 e nel maggio 2015 due richieste di parere in merito a due ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica
[leggi tutto…]

Eni, l’upstream spinge gli utili. Produzione ai massimi storici

Sfruttando il contributo del quarto trimestre, Eni manda in archivio i conti con un preconsuntivo sopra le stime degli analisti e conferma un dividendo 2018 di 83 cent (a fronte degli 80 dell’anno prima).
[leggi tutto…]