Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa L’Iran nicchia ma il greggio sale
18/02/2016 - Pubblicato in news internazionali

Va sottolineato pero' che il ministro del Petrolio di Teheran, Bijan Zanganeh, ha espresso il suo sostegno all'iniziativa senza specificare se intende frenare l'aumento della produzione nazionale pianificato in seguito al ritiro delle sanzioni occidentali. Il light crude Wti di New York avanza di 1,46 dollari a 30,50 dollari al barile, il Brent di Londra sale di 1,87 dollari a 34,05 dollari al barile.

Fonte: Milano Finanza

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Un pieno di idrogeno

Spinta sull’idrogeno, decisivo a decarbonizzare il mondo
[leggi tutto…]

Sussidi ambientali, fra tagli e retromarce tutte le voci sotto tiro

In queste settimane il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, ha annunciato di voler rincarare l’accisa del gasolio per modificare il prezzo e rendere il diesel più costoso della benzina, perché ritenuto un sussidio dannoso per l&
[leggi tutto…]

Industria ceramica in allarme: <<Arrivano costi folli per la CO2>>

Cambiano e diventano più severe le regole europee per le emissioni di anidride carbonica dell’industria
[leggi tutto…]