Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa L’Iran nicchia ma il greggio sale
18/02/2016 - Pubblicato in news internazionali

Va sottolineato pero' che il ministro del Petrolio di Teheran, Bijan Zanganeh, ha espresso il suo sostegno all'iniziativa senza specificare se intende frenare l'aumento della produzione nazionale pianificato in seguito al ritiro delle sanzioni occidentali. Il light crude Wti di New York avanza di 1,46 dollari a 30,50 dollari al barile, il Brent di Londra sale di 1,87 dollari a 34,05 dollari al barile.

Fonte: Milano Finanza

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Regno Unito, il breve addio al carbone. Entro il 2025 chiuse tutte le centrali

Il Governo inglese ha stabilito la data del 2025 per la scadenza ufficiale dell’era del carbone, ma la fine potrebbe arrivare in anticipo
[leggi tutto…]

Pec, parte la consultazione Vas

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 181 del 3 agosto l'avviso con cui la Presidenza del Consiglio dei ministri comunica l'avvio della consultazione per la procedura di Valutazione ambientale strategica
[leggi tutto…]

Energia, rallentano gli utili dei big. Pesa il crollo del prezzo del gas

Non è il tracollo di tre anni fa, quando le società petrolifere toccarono in Borsa i minimi storici da inizio secolo.
[leggi tutto…]