Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Intese con i produttori e sconti alle aziende per tagliare le bollette
20/08/2016 - Pubblicato in news nazionali

Tagliare la bolletta alle imprese che consumano grandi quantità di energia e rivedere tutto il mercato della produzione di elettricità anche per superare il paradosso che vede l’Italia produrre più energia di quella che consuma senza riuscire a venderla all’estero: sono questi i due cardini su cui si muove un provvedimento allo studio del Ministero dello Sviluppo economico e che verrà presentato alla fine dell’estate. L’intervento riguarderà tutto il sistema delle imprese energivore, prendendo in considerazione non solo la quantità di energia consumata ma anche l’incidenza del costo della bolletta sul fatturato. Con riferimento alla questione del “capacity payment”, il Mise ha lavorato a un provvedimento che dovrebbe portare a contratti di lungo periodo per la fornitura di determinate quantità di elettricità: in questo modo le utility sapranno quanto lavoreranno le loro centrali e si potrà varare un piano per la riduzione della capacità in eccesso.

Fonte: La Repubblica – Luca Pagni (pag. 26)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

“Il governo riapra il tavolo con le imprese per l’energia”

Noi imprenditori non siamo contro la decarbonizzazione. Anche le aziende energivore pensano che la sfida della transizione ambientale possa essere un’opportunità di crescita, ma vogliamo poter competere alla pari con gli altri Paes
[leggi tutto…]

La trazione al gas delle aziende energivore necessita d’incentivi

Il gruppo tecnico energia di Confindustria si prepara a riaprire il tavolo di confronto con il Governo. L’obiettivo è di trovare un confronto con il Ministro dello sviluppo economico Patuanelli già entro la fine dell’anno
[leggi tutto…]

Sale a 100 miliardi il fondo per finanziare il Green new deal

Doveva essere approvato l’11 dicembre prossimo, ma dopo l’annuncio della nuova presidente della Commissione Europea, von der Leyen che, invece dei 35 iniziali, punta a mobilitare 100 miliardi di euro per finanziare la transizione verso un&rsqu
[leggi tutto…]