Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Le imprese dell’oil&gas l’eccellenza italiana che brilla a riflettori spenti
05/06/2017 - Pubblicato in news nazionali

Molte aziende tricolori si distinguono per essere le migliori a livello globale nei settori dell’impiantistica, delle fonti rinnovabili, dei servizi hi-tech, nella progettazione e realizzazione dei sistemi elettrici, nel campo della certificazione e dell’ingegneria infrastrutturale. In sostanza, l’Italia sta vivendo un nuovo protagonismo nell’industria dell’oil and gas perché può vantare una posizione di leadership tecnologica con alcune sue aziende storiche. Si tratta di imprese che prendono commesse per fare attrezzature, beni fisici, destinati alla realizzazione di pozzi e infrastrutture per la produzione e il trasporto del gas e del petrolio nella fase a monte. Ma anche in quella a valle con la certificazione e creazione di sistemi di trasmissione elettrica in grado di trasportare grandi flussi di energia, percorrendo distanze considerevoli. Esempi di campioni dell’energia made in Italy in giro per il mondo ce ne sono molti come il Cesi, il Centro elettrico sperimentale italiano, società partecipata a maggioranza da Enel e Terna, tra i leader mondiali nel campo del testing&certification e della consulenza tecnico-ingegneristica, della sperimentazione di cavi, componenti e tecnologie innovative Hvdc. Un altro esempio tipico è quello delle valvole nel settore oil&gas per il quale l’Italia ha un distretto ben definito nella provincia di Bergamo.

Fonte: La Repubblica, Affari&Finanza – Vito de Ceglia (pag. 44)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

“Il governo riapra il tavolo con le imprese per l’energia”

Noi imprenditori non siamo contro la decarbonizzazione. Anche le aziende energivore pensano che la sfida della transizione ambientale possa essere un’opportunità di crescita, ma vogliamo poter competere alla pari con gli altri Paes
[leggi tutto…]

La trazione al gas delle aziende energivore necessita d’incentivi

Il gruppo tecnico energia di Confindustria si prepara a riaprire il tavolo di confronto con il Governo. L’obiettivo è di trovare un confronto con il Ministro dello sviluppo economico Patuanelli già entro la fine dell’anno
[leggi tutto…]

Sale a 100 miliardi il fondo per finanziare il Green new deal

Doveva essere approvato l’11 dicembre prossimo, ma dopo l’annuncio della nuova presidente della Commissione Europea, von der Leyen che, invece dei 35 iniziali, punta a mobilitare 100 miliardi di euro per finanziare la transizione verso un&rsqu
[leggi tutto…]