Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Guidi, governo impegnato a valorizzare fonti fossili nazionali
16/01/2016 - Pubblicato in news nazionali

Lo ha detto il ministro dello Sviluppo economico Federica Guidi rispondendo giovedì nel question time a una interrogazione del deputato Ncd Sergio Pizzolante. Guidi ha ricordato che sia la Sen che la Energy Roadmap del 2050 dell'Ue, sono sì prioritariamente orientate alla promozione dell'efficienza energetica e delle fonti rinnovabili, ma prevedono anche “sia pure in maniera sempre più sussidiaria, il ricorso alla produzione nazionale anche di fonti fossili, quindi gas e olio; e infatti lo sfruttamento sostenibile delle fonti indigene, quindi domestiche, è ritenuto necessario anche a livello internazionale ai fini della sicurezza strategica degli approvvigionamenti, anche per consentire un processo di transizione verso la cosiddetta decarbonizzazione”. Peraltro, ha ribadito Guidi, “le fonti fossili danno ancora un importante contributo al PIL e all'occupazione: parliamo di migliaia di posti di lavoro in molte aree del nostro Paese”. In ogni caso, “la normativa vigente è tale da garantire il rispetto dei più elevati standard a livello internazionale in termini di sicurezza e di tutela dell'ambiente, come è giusto che sia, che rimangono per noi una assoluta e totale priorità”. Ne fa fede il fatto che “il recepimento della direttiva 2013/30/UE sulla sicurezza delle operazioni in mare nel settore degli idrocarburi pone il nostro Paese all'avanguardia in questo settore”.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Cioffi (Mise) al Consiglio Ue: “Serve una carbon tax”

“Se vogliamo essere competitivi forse dovremmo ricominciare a pensare a una carbon tax che ci permetta di avere una specificità dell’Europa rispetto ad altri Paesi”.
[leggi tutto…]

Dorsale adriatica Snam, il CdS chiede informazioni al Minambiente

Il Ministero dell’Ambiente ha inviato nell’ottobre 2013 e nel maggio 2015 due richieste di parere in merito a due ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica
[leggi tutto…]

Eni, l’upstream spinge gli utili. Produzione ai massimi storici

Sfruttando il contributo del quarto trimestre, Eni manda in archivio i conti con un preconsuntivo sopra le stime degli analisti e conferma un dividendo 2018 di 83 cent (a fronte degli 80 dell’anno prima).
[leggi tutto…]