Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il greggio tiene ferma l’inflazione
23/11/2015 - Pubblicato in news internazionali

Dietro lo scarso movimento dell'inflazione nel 2015 c'è in particolare la componente energia (prezzi in calo del 6,7%, tra il -10,6% nei prodotti energetici e il - 2,6% delle tariffe energetiche). «All'origine ci sono le basse quotazioni del petrolio, effetto di un'offerta superiore alla domanda, del rallentamento della Cina e delle econonomie emergenti, con la prospettiva di un'ulteriore maggiore disponibilità con la fine delle sanzioni alle esportazioni da Teheran. Senza il traino degli emergenti, tradizionali grandi utilizzatori di materie prime, crollano anche le quotazioni delle commodity - spiega Fulvio Bersanetti, economista di Ref Ricerche -. Il greggio a buon mercato porta i costi dell'energia al ribasso e secon do i nostri calcoli nel 2015 ha restituito all'Italia circa 20 miliardi di minore spesa per la bolletta energetica, di cui 8,2 miliardi risparmiati dalle famiglie (6,8 per i carburanti e 1,4 per elettricità e gas)».

Fonte: Il Sole 24 Ore Impresa & territori – Rossella Cadeo (pag.21

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Cioffi (Mise) al Consiglio Ue: “Serve una carbon tax”

“Se vogliamo essere competitivi forse dovremmo ricominciare a pensare a una carbon tax che ci permetta di avere una specificità dell’Europa rispetto ad altri Paesi”.
[leggi tutto…]

Dorsale adriatica Snam, il CdS chiede informazioni al Minambiente

Il Ministero dell’Ambiente ha inviato nell’ottobre 2013 e nel maggio 2015 due richieste di parere in merito a due ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica
[leggi tutto…]

Eni, l’upstream spinge gli utili. Produzione ai massimi storici

Sfruttando il contributo del quarto trimestre, Eni manda in archivio i conti con un preconsuntivo sopra le stime degli analisti e conferma un dividendo 2018 di 83 cent (a fronte degli 80 dell’anno prima).
[leggi tutto…]