Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il greggio tiene ferma l’inflazione
23/11/2015 - Pubblicato in news internazionali

Dietro lo scarso movimento dell'inflazione nel 2015 c'è in particolare la componente energia (prezzi in calo del 6,7%, tra il -10,6% nei prodotti energetici e il - 2,6% delle tariffe energetiche). «All'origine ci sono le basse quotazioni del petrolio, effetto di un'offerta superiore alla domanda, del rallentamento della Cina e delle econonomie emergenti, con la prospettiva di un'ulteriore maggiore disponibilità con la fine delle sanzioni alle esportazioni da Teheran. Senza il traino degli emergenti, tradizionali grandi utilizzatori di materie prime, crollano anche le quotazioni delle commodity - spiega Fulvio Bersanetti, economista di Ref Ricerche -. Il greggio a buon mercato porta i costi dell'energia al ribasso e secon do i nostri calcoli nel 2015 ha restituito all'Italia circa 20 miliardi di minore spesa per la bolletta energetica, di cui 8,2 miliardi risparmiati dalle famiglie (6,8 per i carburanti e 1,4 per elettricità e gas)».

Fonte: Il Sole 24 Ore Impresa & territori – Rossella Cadeo (pag.21

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Regno Unito, il breve addio al carbone. Entro il 2025 chiuse tutte le centrali

Il Governo inglese ha stabilito la data del 2025 per la scadenza ufficiale dell’era del carbone, ma la fine potrebbe arrivare in anticipo
[leggi tutto…]

Pec, parte la consultazione Vas

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 181 del 3 agosto l'avviso con cui la Presidenza del Consiglio dei ministri comunica l'avvio della consultazione per la procedura di Valutazione ambientale strategica
[leggi tutto…]

Energia, rallentano gli utili dei big. Pesa il crollo del prezzo del gas

Non è il tracollo di tre anni fa, quando le società petrolifere toccarono in Borsa i minimi storici da inizio secolo.
[leggi tutto…]