Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Greggio, estrazioni da primato per la Russia
03/01/2018 - Pubblicato in news internazionali

La Russia nel 2017 ha visto la propria produzione petrolifera salire a quota 10,98 milioni di barili al giorno (mbg) lo 0,1% in rispetto all’anno precedente. Si tratta del massimo dai tempi del collasso dell’Unione Sovietica. Il leggerissimo aumento assume un rilievo diverso alla luce dell’adesione del Paese al programma Opec per ridurre le estrazioni, favorire il riassorbimento delle scorte a livello mondiale e sostenere la ripresa dei prezzi. Il record russo è stato stabilito grazie agli incrementi produttivi realizzati prima della ratifica del primo accordo sui tagli Opec: infatti l’output russo nell’ottobre 2016 viaggiava al ritmo di 11,23 mbg. Successivamente il paese decise di ridurre l estrazioni di 300 mila bg.

Fonte: Il Sole 24 Ore Finanza & Mercati – B. Ce. (pag. 24)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Un pieno di idrogeno

Spinta sull’idrogeno, decisivo a decarbonizzare il mondo
[leggi tutto…]

Sussidi ambientali, fra tagli e retromarce tutte le voci sotto tiro

In queste settimane il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, ha annunciato di voler rincarare l’accisa del gasolio per modificare il prezzo e rendere il diesel più costoso della benzina, perché ritenuto un sussidio dannoso per l&
[leggi tutto…]

Industria ceramica in allarme: <<Arrivano costi folli per la CO2>>

Cambiano e diventano più severe le regole europee per le emissioni di anidride carbonica dell’industria
[leggi tutto…]