Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa “Greggio, l’Arabia taglia i prezzi”
06/10/2015 - Pubblicato in news internazionali

L'Arabia Saudita ha tagliato in maniera netta i prezzi del petrolio ai propri clienti ieri per cercare di risollevare i conti del Paese e far concorrenza agli produttori del Golfo. Lo ha scritto Marketwatch, sito del gruppo Wall Street Journal. In una lettera spedita alla propria clientela, la compagnia di Stato Aramco ha tagliato il prezzo del Wti light-crude con consegna in Asia di 1,7 dollari al barile. L'effetto è stato di offrire la materia prima a sconto di 1,6 dollari al barile contro le quotazioni medie rivali di Dubai. La società ha poi ridotto il prezzo dei petrolio pesante (heavy oil) con destinazione l'Asia di 2 dollari al barile e di 30 centesimi a barile quello che deve essere spedito negli Stati Uniti. La decisione è arrivata dopo che Iran, Iraq e altri Paesi del Medio Oriente avevano tagliato i prezzi il mese scorso lasciando l'Arabia Saudita con il tariffario più alto. L'Arabia ha continuato a estrarre petrolio in quantità elevate in questi mesi nella speranza che i prezzi più bassi possano stimolare la domanda asiatica e colpire gli Stati Uniti che devono affrontare maggiori costi di produzione con lo shale.

Fonte: MF - Elena Dal Maso (pag. 9)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Regno Unito, il breve addio al carbone. Entro il 2025 chiuse tutte le centrali

Il Governo inglese ha stabilito la data del 2025 per la scadenza ufficiale dell’era del carbone, ma la fine potrebbe arrivare in anticipo
[leggi tutto…]

Pec, parte la consultazione Vas

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 181 del 3 agosto l'avviso con cui la Presidenza del Consiglio dei ministri comunica l'avvio della consultazione per la procedura di Valutazione ambientale strategica
[leggi tutto…]

Energia, rallentano gli utili dei big. Pesa il crollo del prezzo del gas

Non è il tracollo di tre anni fa, quando le società petrolifere toccarono in Borsa i minimi storici da inizio secolo.
[leggi tutto…]