Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Greggio a 30 dollari, -10% in due giorni
03/02/2016 - Pubblicato in news internazionali

Dall’estate 2014 le quotazioni del petrolio sono diminuite di oltre il 70%, fino ad un minimo di 27 dollari al barile in gennaio. Nelle ultime due sedute il barile ha perso circa il 10% e ieri il Wti è tornato a testare la soglia dei 30 dollari, un livello insostenibile per qualsiasi compagnia, nonostante i pesanti sacrifici già sostenuti in termini di riduzione dei costi e degli investimenti: si stima che nel mondo siano già stati cancellati quasi 400 miliardi di dollari e che i licenziamenti nel settore siano già più di 250mila.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Sissi Bellomo (pag. 5)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

CO2 da record: costa 50 euro a tonnellata

Il prezzo della Co” sull’Ue Ets ha toccato per la prima volta i 50 euro per tonnellata
[leggi tutto…]

Mite: Dialuce consigliere del ministro

Gilberto Dialuce resta al ministero della Transizione ecologica come consigliere del ministro Roberto Cingolani nell’ambito del Gabinetto
[leggi tutto…]

L’idrogeno ci salverà (ma serve tempo)

L’Unione europea include l’idrogeno tra le tappe necessarie per arrivare a zero emissioni nel 2050.
[leggi tutto…]