Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Greggi ai massimi da novembre
22/02/2019 - Pubblicato in news internazionali

In aumento le quotazioni del petrolio sui circuiti elettronici internazionali. Hanno raggiunto infatti il loro massimo di quest'anno e da novembre, nella speranza degli investitori che il mercato si stabilizzi entro fine anno. Gli scambi dei futuri hanno trovato supporto sui tagli alla produzione Opec e della Russia, così come sulle sanzioni statunitensi sui paesi membri dell'Opec: Iran e Venezuela. I prezzi sono stati sostenuti anche dai segnali di progressi nei negoziati commerciali tra Stati Uniti e Cina. Trump ha suggerito di essere pronto ad estendere la scadenza della tregua sui dazi oltre il 1° marzo, quando le tariffe per le importazioni cinesi, di circa 200 miliardi $, saliranno dal 10 al 25%.

Fonte: Staffetta Quotidiana ​

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Sanzioni Usa e caso Navalny, Nord Stream 2 torna nel mirino

Doppio attacco al Cremlino, nel pomeriggio di ieri. Il primo è partito dalla Casa Bianca nelle ultimissime ore dell’amministrazione Trump, che ha sganciato il suo siluro finale sul Nord Stream 2
[leggi tutto…]

UE, due bandi per progetti d’interesse comune

La Commissione europea ha aperto due call for applications per progetti nell'ambito delle reti intelligenti (“smart grids”) e delle reti per il trasporto della CO2 da far rientrare nel quinto elenco di progetti d'interesse comune &nd
[leggi tutto…]

Gas, scatta la maxi speculazione. In Europa volatilità da Bitcoin

Gas come il Bitcoin, condizioni senza precedenti quelle in cui è precipitato il mercato, con i vertiginosi rincari del Gnl in Asia che hanno innescato un’ estrema volatilità sugli hub europei
[leggi tutto…]