Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Greggi ai massimi da novembre
22/02/2019 - Pubblicato in news internazionali

In aumento le quotazioni del petrolio sui circuiti elettronici internazionali. Hanno raggiunto infatti il loro massimo di quest'anno e da novembre, nella speranza degli investitori che il mercato si stabilizzi entro fine anno. Gli scambi dei futuri hanno trovato supporto sui tagli alla produzione Opec e della Russia, così come sulle sanzioni statunitensi sui paesi membri dell'Opec: Iran e Venezuela. I prezzi sono stati sostenuti anche dai segnali di progressi nei negoziati commerciali tra Stati Uniti e Cina. Trump ha suggerito di essere pronto ad estendere la scadenza della tregua sui dazi oltre il 1° marzo, quando le tariffe per le importazioni cinesi, di circa 200 miliardi $, saliranno dal 10 al 25%.

Fonte: Staffetta Quotidiana ​

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Gasdotto Italia-Malta, al via consultazione transfrontaliera

Il ministero dell'Ambiente ha avviato nei giorni scorsi la consultazione pubblica transfrontaliera sul progetto di gasdotto di interconnessione tra Italia e Malta, una pipeline da 1,2 miliardi di mc all'anno per una lunghezza di 159 km tra Delim
[leggi tutto…]

Mire cinesi sul gas Eni australiano

Arrivano dalla Cina i primi concreti segnali di interesse per gli asset australiani di Eni. Secondo indiscrezioni, tra i pretendenti c’è Roc Oil, quartier generale a Sidney ma azionariato cinese
[leggi tutto…]

UE, l'Est Europa chiede sostegno per il gas

Otto paesi UE hanno firmato venerdì un documento congiunto per difendere il “ruolo del gas naturale in un'Europa neutrale dal punto di vista climatico”
[leggi tutto…]