Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Gnl, cosa cambia con Eni in campo
23/03/2016 - Pubblicato in aspetti tecnici,legislativa,news nazionali

Per il settore del Gnl è sicuramente una grande notizia la decisione di Eni di realizzare un polo del gas liquido a Gela. Sia perché, in generale, sancisce una volta di più l'ingresso in forze di un colosso – il secondo dopo la discesa in campo di Edison – che può dare maggiore certezza alle prospettive di sviluppo del settore. Sia perché, in particolare, si tratta del primo grande progetto in materia nel Mezzogiorno. Il polo di Gela sarebbe il tassello mancante al progetto della società di navigazione Caronte & Tourist, che lo scorso anno ha ordinato due traghetti a Gnl per la tratta Reggio-Messina. Il punto di approvvigionamento sarebbe importante anche per la distribuzione stradale nel Mezzogiorno, oggi totalmente assente, e andrebbe ad affiancarsi agli incentivi alla realizzazione di punti vendita nel Sud che, con tutta probabilità, saranno introdotti con il recepimento della direttiva Dafi.

Fonte: Staffetta Quotidiana 

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Dorsale adriatica Snam, il CdS chiede informazioni al Minambiente

Il Ministero dell’Ambiente ha inviato nell’ottobre 2013 e nel maggio 2015 due richieste di parere in merito a due ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica
[leggi tutto…]

Eni, l’upstream spinge gli utili. Produzione ai massimi storici

Sfruttando il contributo del quarto trimestre, Eni manda in archivio i conti con un preconsuntivo sopra le stime degli analisti e conferma un dividendo 2018 di 83 cent (a fronte degli 80 dell’anno prima).
[leggi tutto…]

Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi prog
[leggi tutto…]